Archivio dell'autore: catanianews

Rosina out. 20 convocati per Avellino. La Lega “restituisce” un goal a Rinaudo

rosina10Brutte notizie riguardanti Alessandro Rosina. La risonanza magnetica a cui è stato sottoposto il giocatore rossazzurro, ha evidenziato una lesione di primo grado del muscolo adduttore della gamba destra.
Si allunga così la lista degli infortunati con uno dei nomi più significativi per la compagine rossazzurra.

Mister Sannino ha convocato 20 giocatori in vista del match contro l’ Avellino, in programma sabato alle 15.00.

Questi gli atleti a disposizione di mister Sannino:

Portieri: 12 Ficara, 1 Frison.

Difensori: 24 Capuano, 23 Gyomber, 18 Monzon, 28 Parisi, 2 Peruzzi, 33 Ramos, 15 Sauro.

Centrocampisti: 16 Calello, 20 Chrapek, 8 Escalante, 13 Garufi, 27 Jankovic, 6 Martinho, 21 Rinaudo.

Attaccanti: 9 Calaiò, 17 Çani, 11 Leto, 7 Marcelinho.

La Lega di Serie B ha rettificato l’attribuzione del quarto gol del match Catania-Virtus Entella, in origine assegnato a Martinho, dopo la deviazione sul tiro di Rinaudo, ritenuta a questo punto ininfluente.
Per Rinaudo è quindi la prima doppietta in carriera.

Designato Aureliano per arbitrare Avellino-Catania

arbitro_aurelianoSarà il signor Gianluca Aureliano, della sezione A.I.A. di Bologna, a dirigere Avellino-Catania, match valido per la 12ª giornata del campionato di Serie B 2014/15, in programma sabato 1° novembre alle ore 15 allo stadio “Partenio-Lombardi”.
Assistenti di linea: Giorgio Peretti (Verona) e Nicolò Calò (Molfetta).
Quarto ufficiale: Edoardo Paolini (Ascoli Piceno).
Osservatore arbitrale: Marta Bonaria Atzori (Cagliari).

Gianluca Aureliano, nato a Bologna il 29 febbraio 1980, di professione avvocato, è stato promosso in CAN B nella stagione 2013/14.
Ha esordito in Serie A proprio con i rossazzurri, il 18 maggio 2014 in Catania-Atalanta (2-1), match con cui gli etnei salutarono la massima serie.

Avellino-Catania: 5 precedenti in B. Irpini in zona play-off. Addio all’ex presidente Sibilia

tifosi-avellinoSabato prossimo si giocherà Avellino-Catania, sesto confronto in Serie B in casa degli irpini.
Nei cinque precedenti il bilancio è favorevole ai padroni di casa con 3 vittorie e 2 pareggi.
L’ultimo precedente in B risale al 13 febbraio 2006, ottava di ritorno nella stagione della promozione, col Catania capolista: finì 1-1 con le reti di Spinesi e Albino.

20/03/1949 Avellino-Catania 1-1 Serie C1
09/12/1973 Avellino-Catania 1-0 Serie B
13/06/1976 Avellino-Catania 2-1 Serie B
22/05/1977 Avellino-Catania 1-0 Serie B
30/10/1983 Avellino-Catania 0-0 Serie A
24/01/1993 Avellino-Catania 1-0 Serie C1
24/10/1999 Avellino-Catania 1-2 Serie C1
26/11/2000 Avellino-Catania 2-0 Serie C1
05/05/2002 Avellino-Catania 1-0 Serie C1
19/01/2004 Avellino-Catania 0-0 Serie B
13/02/2006 Avellino-Catania 1-1 Serie B

Conosciamo l’avversario

L’Avellino è al suo 16° campionato in Serie B, dopo una sfortunata serie di retrocessioni.
E’ riapprodato in B nella stagione 2012/13 piazzandosi primo nel girone B della Lega Pro Prima Divisione.
Nella stagione in corso, l’Avellino, allenato da Massimo Rastelli, si trova in 7ª posizione insieme a Spezia e Perugia, con 17 punti.
Quattro vittorie, cinque pari, due sconfitte finora. Dodici reti segnate, dodici subite.
Allo stadio “Partenio” questi i risultati:
Avellino-Pro Vercelli 1-0
Avellino-Spezia 0-0
Avellino-Livorno 2-1
Avellino-Carpi 1-0
Avellino-Virtus Lanciano 1-1
Il miglior realizzatore è Luigi Castaldo (7 reti) seguito da Gianmario Comi (3 reti).
Nel match infrasettimanale dell’11ª giornata, ha pareggiato 0-0 a Perugia. Il portiere Gomis ha parato il calcio di rigore battuto da Taddei al 90′.
Questa la formazione schierata da mister Rastelli a Perugia:
(3-5-2): Gomis; Pisacane, Vergara, Chiosa; Bittante, Arini, Angeli (25′ st Filkor), Kone, Zito (1′ st Regoli); Castaldo, Arrighini (35′ st Soumarè).

Addio al presidente Antonio Sibilia

Proprio oggi è scomparso Antonio Sibilia, storico presidente dell’Avellino di cui è stato dirigente per circa mezzo secolo e per dieci anni consecutivi in Serie A. Malato da mesi, il “Commendatore di Mercogliano” avrebbe compiuto 94 anni il prossimo 4 novembre.

Sannino, Rinaudo e Sauro nel post-gara Catania-Virtus Entella

fabian_rinaudoNella conferenza post-gara della roboante vittoria sull’Entella, il tecnico dei rossazzurri Giuseppe Sannino va molto cauto:
-“Soddisfatto del risultato ma credo che l’Entella non meritava una sconfitta così pesante. Gara sofferta ma ho intravisto un Catania che comincia a essere davvero squadra, coi ragazzi sempre compatti, giocando un calcio più propositivo.Così si possono raggiungere obiettivi importanti. Però non dobbiamo montarci la testa: il cammino è lungo e con tante battaglie da vincere. Siamo ancora un po’ lontani da quello che vorrei, quando non mi vedrete sgolare in panchina vorrà dire che i ragazzi potranno andare anche da soli. Ad Avellino sarà come tutte le altre partite per noi: un’altra prova del nove. Non abbiamo fatto nulla di straordinario, anzi siamo in debito”-.

Fabian Rinaudo, mattatore della serata, fa una dedica speciale:
-“Vorrei dedicare questo successo a mister Pellegrino. Adesso non dobbiamo commettere l’errore di sentirci i migliori dopo queste due vittorie, così come non eravamo i peggiori prima, in un periodo difficile se continueremo con questa energia riusciremo a giocarcela al meglio contro qualsiasi avversario”-.

Primo gol in rossazzurro per Gaston Sauro che risponde ai cronisti:
-“Due vittorie di fila sono importanti per la nostra fiducia e per quella dei tifosi. Adesso dobbiamo cercare la vittoria in trasferta. Non è stata una partita facile ma in serie B è così. Sono emozionato per il mio primo goal, ma sono più contento perchè è stato importante per la vittoria”-.

Bentornati rossazzurri! Travolto l’Entella: Escalante e Rinaudo superstar

catania_entella5-1Finisce in goleada il secondo match interno consecutivo dei rossazzurri che sembrano completamente cambiati dopo il ritorno di Rinaudo. Breve fase di studio e poi via, verso la strameritata vittoria, non senza qualche paura però.
Gonzalo Escalante è certamente un ragazzo da tenere in seria considerazione, non fosse altro per la sua natura di abile opportunista e instancabile “corridore”. E’ suo il goal che apre le danze al 22’insaccando di testa il cross su calcio d’angolo di Rosina.
Due minuti dopo, pericolo per la porta del Catania sventato da Frison e Peruzzi. Mister Sannino si agita per i troppi palloni sbagliati da Jankovic che appare leggermente spaesato ma che poi contribuirà molto alla manovra rossazzurra in avanti.
L’Entella ci prova ma non sa finalizzare, mentre il Catania è veloce e pericoloso nelle ripartenze.
Nella ripresa ci prova Monzon al 48′ ma il pallone esce di poco a lato. Al 51′ Rosina è costretto a uscire per dolori all’inguine, gli subentra Marcelinho: la sostituzione si rivelerà determinante.
Al 55′ è Rinaudo a stupire: il suo bolide calciato al volo da lunga distanza, batte l’incolpevole Pelizzoli per il 2-0.
Al 60′ e al 61′ doppia occasione per il terzo goal, prima per Escalante, poi per Sauro. E’ iniziato il Marcelinho-show! Il brasiliano va vicinissimo alla marcatura al 70′ ma il suo tiro viene parato da Pelizzoli.
Al 72’arriva la rete dell’Entella siglata da Lanini che era entrato in campo 4 minuti prima.
Minuto 80: gran tiro di Marcelinho e deviazione in angolo. Sul conseguente corner calciato perfettamente dallo stesso Marcelinho, si avventa Sauro che schiaccia in rete per il 3-1.
Giornata stellare per Rinaudo che all’ 88′ lascia partire un altro missile che Martinho devia in rete per il 4-1.
Vengono concessi 3′ di recupero mentre Escalante viene sostituito ed esce tra gli applausi del “Massimino”. E proprio sul finire arriva il meritato goal per Marcelinho. Finisce 5-1 con l’entusiasmo di giocatori e tifosi. Abbraccio tra Pulvirenti e Rinaudo dopo il primo goal dell’argentino.
Tre punti meritatissimi che proiettano il Catania su in classifica, in zona molto meno pericolosa. La prossima sarà contro l’Avellino: l’entusiasmo c’è, approfittiamone!

Il tabellino del match: 5-1 (primo tempo 1-0)

Marcatori: 22′ Escalante, 55′ Rinaudo, 75′ Lanini, 81′ Sauro, 88′ Martinho, 90+3′ Marcelinho

Catania (4-4-2): Frison; Peruzzi, Sauro, Capuano, Monzon; Jankovic (67′ Calello), Escalante (90′ Chrapek), Rinaudo, Martinho; Rosina (51′ Marcelinho), Calaiò.
A disp.: Ficara, Di Maio, Parisi, Ramos, Garufi, Çani. All: Sannino

Virtus Entella (4-4-2): Pelizzoli, Belli, Russo, César, Iacoponi; Costa Ferreira, Botta, Di Tacchio, Battocchio (56′ Mazzarani); Litteri (72′ Lanini), Sansovini (85′ Malele).
A disp.: Paroni, Zigrossi, Stefanelli, Lewandowski, Gerli, Latour. All: Prina

Ammoniti: Capuano, Ferreira, Escalante, Cesar.

Arbitro: Michael Fabbri di Ravenna

Classifica aggiornata
Catania 12
Varese 12
Entella 11
Pescara 10
Cittadella 10
Ternana 10
Vicenza 10
Latina 9
Crotone 7

I marcatori rossazzurri dopo l’ 11ª giornata

5 reti: Rosina
4 reti: Calaiò e Martinho
1 rete: Çani, Escalante, Rinaudo, Sauro, Marcelinho

Catania- Virtus Entella: probabili formazioni. Leto out, Rosina in attacco

catania-entellaIn vista del match di stasera, mister Sannino adotterà ancora il 4-4-2 con la formazione quasi uguale a quella che ha battuto il Vicenza.
Nei cambiamenti ecco l’avanzamento di Rosina in attacco, con Calaiò, a discapito di Edgar Çani. Jankovic partirà titolare in mediana insieme a Escalante, Rinaudo e Martinho.
Rientrato Calello, rimangono ancora fuori gli infortunati Sergio Almiron, Lucas Castro, Nicolás Spolli, Alexis Rolin, Gonzalo Piermarteri, Maks Barisic, Sebastián Leto e i portieri Anania e Terracciano. Seconda e ultima giornata di squalifica per Gyomber.

Assenze anche nell’Entella: oltre ai già citati Gennaro Volpe e Michele Troiano, mancheranno Ivano Baldanzeddu, Luca Cecchini, Leandro Rinaudo, Cheick Keita, Agostino Camigliano, Lorenzo Staiti, Paolo Valagussa, Stefano Moreo e Saber Hraiech.

Probabili formazioni

Catania (4-4-2): Frison; Peruzzi, Sauro, Capuano, Monzon; Jankovic, Escalante, Rinaudo, Martinho; Rosina, Calaiò.
A disp.: Ficara, Di Maio, Parisi, Ramos, Calello, Chrapek, Garufi, Çani, Marcelinho. All: Sannino

Virtus Entella (4-4-2): Pelizzoli, Belli, Russo, César, Iacoponi; Costa Ferreira, Botta, Di Tacchio, Battocchio; Litteri, Sansovini.
A disp.: Paroni, Van Der Want, Zigrossi, Stefanelli, Lewandowski, Mazzarani, Gerli, Latour, Malele, Lanini. All: Prina

Arbitro: Michael Fabbri di Ravenna

Catania- Virtus Entella: 20 rossazzurri convocati. Arbitra Michael Fabbri

arbitro_fabbriAl termine del consueto allenamento a Torre del Grifo, il tecnico Sannino ha convocato 20 atleti per il match in programma domani alle 20.30 contro la Virtus Entella.
Questi gli atleti a disposizione:

Portieri: 12 Ficara, 1 Frison.

Difensori: 24 Capuano, 37 Di Maio, 18 Monzon, 28 Parisi, 2 Peruzzi, 33 Ramos, 15 Sauro.

Centrocampisti: 16 Calello, 20 Chrapek, 8 Escalante, 13 Garufi, 27 Jankovic, 6 Martinho, 21 Rinaudo.

Attaccanti: 9 Calaiò, 17 Çani, 7 Marcelinho, 10 Rosina.

Dirige Fabbri

Sarà il signor Michael Fabbri della sezione A.I.A. di Ravenna, a dirigere Catania-Virtus Entella.
Assistenti di linea: Marco Zappatore (Taranto) e  Alessio Tolfo (Pordenone).
Quarto ufficiale:  Antonio Eros Lacagnina (Caltanissetta).
Osserv. arbitrale:  Piero Ferrari (Roma 2).

Michael Fabbri (nella foto) è nato a Faenza l’8 dicembre 1983. E’ stato promosso dalla CAN Pro alla CAN B nella stagione 2012/13, debuttando nel campionato cadetto domenica 9 Settembre 2012 in Bari-Ternana (2-0). Il suo esordio assoluto nella massima serie è avvenuto l’8 maggio 2013 a Trieste, nella partita Cagliari-Parma (0-1).
Su Fullsoccer la scheda tecnica aggiornata.