Archivi del giorno: dicembre 8, 2008, 13:23

Risultati,classifica 15ª giornata di serie A,video Milan-Catania

Il video degli highlights di Milan-Catania.
Come si può notare, la tanto decantata supremazia rossonera si limita a tre parate importanti di Bizzarri (che ricordiamo essere portiere, quindi facente parte del gioco). Il tiro di Kakà in diagonale, respinto da Bizzarri, non fa testo perchè sarebbe comunque andato sull’esterno della rete.
Tre palle goal per il Catania che non ha affatto adottato la tecnica rinunciataria col suo 3-5-2 in fase possesso palla: traversa di Mascara, colpo di testa di Mascara salvato da Abbiati, tiro di Plasmati deviato di mano da Kaladze.
C’è ancora bisogno di discuterne?

Risultati 15ª giornata

Atalanta 3-0  Udinese
Cagliari 1-0  Palermo
Chievo  0-1  Roma
Lazio  0-3  Inter
Lecce  1-2  Juventus  
Milan  1-0  Catania
Napoli 2-0  Siena 
Reggina  2-2  Bologna 
Torino 1-4  Fiorentina 
Sampdoria  0-1  Genoa 
 

Classifica marcatori

12 RETI: Milito (Genoa, 4 rig.).
11 RETI: Gilardino (Fiorentina).
9 RETI: Di Vaio (Bologna, 1 rig.).
8 RETI: Ibrahimovic (Inter), Amauri (Juventus).
7 RETI: Floccari (Atalanta, 1 rig.), Mascara (Catania, 2 rig.), Zarate (Lazio, 2 rig.), Ronaldinho (Milan, 2 rig.), Miccoli (Palermo, 2 rig.), Corradi (Reggina, 3 rig.).
6 RETI: Denis, Hamsik (Napoli, 1 rig.).

Prossimo turno (16ª giornata)

Bologna-Torino
Fiorentina-Catania
Genoa-Atalanta
Inter-Chievo
Juventus-Milan
Napoli-Lecce
Palermo-Siena
Reggina-Sampdoria
Roma-Cagliari
Udinese-Lazio

Annunci

Catania e Palermo derubati: Zamparini furioso

Un goal del Cagliari in netto fuorigioco e un arbitraggio indecente. Zamparini si incazza e dichiara di voler riunire il consiglio d’amministrazione per rassegnare le dimissioni.
Ha ragione il presidente rosanero nel dire che le squadre come Palermo e Catania sono fortemente “desiderate” nel gruppone di coda.
Ha ragione ad incazzarsi e proclamare il silenzio stampa fino al termine del campionato. E non è vittimismo, aprite gli occhi, gente!
“Ce l’hanno con me perchè gli ho dato dei “maiali”. Si vede che molti hanno la coda di paglia. Sto meditando di andarmene dal calcio, perchè penso che il Palermo così potrà finalmente essere trattato meglio. Finchè ci sono io questo non accadrà”.
Quando il Milan perse mestamente contro il Palermo, si parlò solo dei demeriti dei rossoneri, mai dei meriti dei rosanero. Strano, eh?

IN QUESTO ARTICOLO SARO’ POCO PROFESSIONALE
Se non lo sono gli altri che vengono strapagati, perchè non posso  io, Roberto Marino?
D’ altronde anche gli altri amici di Catania News sono d’accordo e scriverebbero le stesse cose poichè ne abbiamo discusso già durante il ritorno da Milano.

Banti e Gervasoni

Con Banti, anche il Catania è stato penalizzato. Ne abbiamo già discusso in questo articolo post-Udinese.
Lo stesso arbitro nega una probabile vittoria ai rosanero favorendo un’altra piccola squadra come il Cagliari.
Gervasoni lo hanno visto tutti ma ne parlano in pochi. E se ne parlano, dicono che “quel rigore non concesso non penalizza il Milan che strameritava di vincere”, che c’era anche un rigore su Pato, che il Catania si è barricato in difesa senza fare gioco, che poteva finire anche con 3-4 reti di vantaggio per il Milan.
Ho letto bene? Strameritava cosa?
Il Catania non è affatto stato rinunciatario,  su Pato non c’era alcun fallo e se qualcuno doveva essere espulso, quello era Gattuso-dog. E sì, perchè qui in Sicilia le moviole le han fatte vedere molto bene. Probabilmente quella gente avrà visto il match sotto l’effetto di mescalina.

Gattuso e Sky

Le vere vergogne delle squadre considerate “big” sono le solite: uno come Gattuso può “mandare a fanculo” l’arbitro e farsi rincorrere dallo stesso per farsi ammonire. D’altronde lo hanno fatto in molti, perchè non doveva astenersi il bulldog calabrese?
L’emittente Sky, cosa ancora più vergognosa, presenta il servizio Milan-Catania senza fare alcun riferimento al rigore non concesso.
Faranno la stessa cosa tutte le testate giornalistiche di parte, ormai abituate a parlare del Catania solo se si tratta di “mutande di Plasmati” o di “caramelle rubate a tifosi avversari”.
Anche qui è una questione di palle: parlare sempre bene di chi sta in alto per non perdere lo scalpo e per accattivarsi le simpatie come tanti bauscia.

Ancora Varriale

Il pupazzo Varriale continua la sua buffa saga, stavolta spostando la mira a Palermo e chiedendo a Ballardini “cosa ne pensa il presidente Zamparini”. Alla risposta molto diplomatica del tecnico rosanero, il Topo Gigio dei poveri trancia di netto l’intervista con un vigliacco “non abbiamo più tempo,dobbiamo chiudere”.

Alla fine come andrà?

Tutto uguale! Sia Catania che Palermo dimostreranno di avere le palle che non ha il popolo schiavizzato dal calcio stampato. Zamparini resterà ma speriamo mantenga la promessa di restare in silenzio stampa.
E’ il minimo che si possa fare per parlare davvero di calcio: sì, un bel calcio in culo ai burattini di giornali e tv!
E noi, da questo blog, continueremo ad urlare: FIERI DI ESSERE SICILIANI!

(Roberto Marino)