C.S.I. Miami: inchiesta sul Massimino

csi

Com’era prevedibile, la Roma piagnona ha chiesto l’intervento di tutte le autorità competenti, compresi il tenente Colombo, lo staff di C.S.I., la signora in giallo e il commissario Basettoni.

I motivi? Eccoli:

– Morimoto travestito da steward e munito di forbici voleva tagliare i codini a Mexes, prossimo candidato a “Miss Trans 2009”.

– In campo, a bordo campo, dentro il tunnel, nei gabinetti pubblici dello stadio c’erano i Power Rangers e i Pokèmon con le loro armi supertecnologiche.

– Un giornalista romano si è ritrovato un’ unghia del piede incarnita a causa del rosicamento.

– Al Massimino mancava la vaselina.

– Al Massimino non era stato spruzzato il Gled Assorbi odori (l’ambiente era brutto)

– La Digos ha assoldato alcuni mafiosi regalando divise e pettorine.

– I cannoli erano stati preparati con ricotta acida.

Questo e quant’altro ancora potrebbe scaturire dalla mente di alcuni giornalai che, ahinoi, lavorano (pensate il paradosso) per testate nazionali che non citiamo per non infierire sulla loro pochezza mentale e deontologica.

Roma ferita nell’ orgoglio

Il vittimismo dei romanisti è ormai noto a tutti e, attenti, faranno di tutto per impietosire le suddette autorità. In particolar modo adesso che sono stati “asfaltati” dal Catania, che si trovano sotto la Lazio, che vedono l’ Inter col telescopio.

Mezzucci di chi non riesce ad ammettere la propria inferiorità, giornalai compresi, forti dell’ eco che rimbomba penosamente dai giornali da cui sono schiavizzati.

Se ogni squadra che “fa un torto” sul campo alla Roma dovesse essere punita, oggi avremmo in serie A solo quattro squadre. Tutto il resto? Radiate o retrocesse in Eccellenza.

Quello che i loro tifosi fanno, passa sempre inosservato. Chissà perchè, ma vi rinfreschiamo la memoria in quest’ altra pagina: Accoltellamenti romanisti.

Un consiglio: fate sempre vincere questa povera, maltrattata e  infelice Roma; solo allora si potrà giocare al calcio con l’animo sereno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...