Archivi del giorno: giugno 1, 2009, 09:41

Bologna resta in A. Il Catania inizia a fare acquisti

BOLOGNA (3-5-1-1): Antonioli; Zenoni, Castellini, Terzi  (70’ Lanna ); Valiani, Mutarelli, Mingazzini, Amoroso (74’ Marchini), Cesar (59’ Coelho); Osvaldo; Di Vaio.
A disposizione: Colombo, Volpi, Mudingayi, Lavecchia. Allenatore: Papadopulo.

CATANIA (4-3-1-2)
: Acerbis; Silvestre, Terlizzi (46′ Llama), Capuano, Sciacca; Izco, Carboni, Tedesco (73’ D’Amico); Mascara; Martinez (55’ Falconieri), Morimoto.
A disposizione: Kosicky, Silvestri, Stovini, Biagianti. Allenatore: Zenga.

MARCATORI: 4’ Mingazzini, 25’ Terzi, 49’ Morimoto, 68’ Di Vaio

Arbitro: Banti

Assistenti: Di Liberatore–Petrella; 4°De Marco

ULTIMA DI CAMPIONATO. Al Dall’Ara, davanti a 28.000 spettatori, vince chi ha più motivazioni. Sacrosante per il Bologna che non poteva assolutamente permettersi un passo falso e buttare alle ortiche i numeri dell’arrembaggio alla salvezza.
I rossazzurri transitano nel campo di tanto in tanto e poi si fanno vedere, giusto per dimostrare che sotto i piedi hanno il terreno di gioco anzichè una spiaggia.
Di Vaio tenta l’altra impresa: conquistare il titolo di capocannoniere della stagione ma, a distanza, c’è un Ibrahimovic che non vuol sentirne di spartire i meriti.
Dall’Olimpico di Roma giungono, nel frattempo, notizie incoraggianti (pareggio e poi vantaggio dei giallorossi): il Toro è k.o. !
Urbano Cairo (chissà quanto sincero) si assume tutte le responsabilità di una stagione iniziata male e finita peggio mentra la sua squadra va a fare compagnia a Reggina e Lecce (quest’ultimo,ripeto, avrebbe meritato la salvezza più di ogni altro team fra i quattro in lizza).

Walter Zenga
, destinazione Lazio, lascia nel migliore dei modi la guida del Catania regalando record di punti, salvezza tranquillissima e, soprattutto, l’innesto di giovani che saranno il futuro della nuova era Catania con a capo Gianluca Atzori, al momento tecnico del Ravenna.
Prende forma, intanto, il nuovo organico: dopo il forte centrocampista Pablo Cesar Barrientos e il portiere Andrea Campagnolo, la società sta per completare i dettagli con i due nuovi acquisti: Ancora dall’Argentina, infatti, arriveranno il difensore Juan Daniel Forlin (classe ’88) e il portiere Mariano Andújar (classe ’83).
Pietro Lo Monaco, come di consuetudine, ha iniziato le “spese” di fine stagione già durante la stessa stagione e non sembra intenzionato a fermarsi poichè altri nomi potrebbero aggiungersi a quelli ormai sicuri.
Si parla di Pratali e di Succi ma anche di Bogliacino e qualche altro giocatore che milita attualmente in Italia.
Tutto quanto si possa fare per ottenere una squadra da ambizioni ben diverse da una tranquilla salvezza. Anche se la parola d’ordine rimane “volare sempre bassi”.

Annunci