Archivi del mese: giugno 2009

Ciro Capuano riscattato dal Calcio Catania

Era arrivato a Catania lo scorso gennaio, con la formula del prestito con diritto di riscatto, dal Palermo.
Ciro Capuano è adesso ufficialmente un giocatore del Calcio Catania che ne ha acquisito l’intero cartellino.
Il centrale difensivo aveva giocato in maglia rosanero solo due partite e proprio la scorsa settimana aveva dichiarato:
-“A Palermo ho giocato appena due incontri, mentre Walter Zenga, col Catania, mi ha messo in campo sempre, cioè tutte le volte che ho risposto positivamente sul piano della condizione fisica. So che devo ancora migliorare”.

Questa la notizia apparsa sul sito ufficiale del Catania pochi minuti fa:

“Il Calcio Catania S.p.A. comunica di aver acquisito a titolo definitivo il diritto alle prestazioni sportive del calciatore Ciro Capuano, esercitando ai sensi delle normative federali l’opzione di riscatto dell’intero cartellino dell’atleta dall’U.S. Città di Palermo”.

Foto: Siciliasport.net

Annunci

Calciomercato: piovono milioni su Morimoto

morimototUn’esaltante stagione in rossazzurro condita da spettacolari reti, ha fatto lievitare il cartellino di Takayuki Morimoto, osservato da molto tempo da alcune squadre estere.
L’attaccante giapponese, secondo quanto riportato da Itasportpress, sarebbe adesso l’oggetto del desiderio di Manchester United e Tottenham, pronte a pagare una cifra che supererebbe i 10 milioni di euro.
Dall’Inghilterra (fonte Times) giunge la notizia che Morimoto sarebbe la più valida alternativa in caso di mancato arrivo di Mario Balotelli.
Per adesso sembra che il Manchester United sia in vantaggio per l’acquisto del goleador giapponese.
L’AD del Catania, Pietro Lo Monaco, aveva già recentemente confermato un eventuale trasferimento di “Taka” in Premier League, dopo una prima smentita.
Non ci resta che aspettare e, comunque vada, ringraziare ancora la società per l’abilità nella compravendita dei giocatori (leggasi Vargas) che dà modo di far respirare le casse dell’azienda Calcio Catania.
Anche se con rammarico dobbiamo abituarci a certi addii.

Paolucci “tradito” dalla Juve: “Meglio giocare a Catania”

Michele Paolucci è un fiume in piena. Non ha preso bene la decisione della Juventus che lo girerebbe all’Udinese in cambio di D’Agostino.
L’attaccante, infatti, è stato inserito infatti come contro partita tecnica da girare alla società friulana che avrà così il controllo totale del suo cartellino.
E Michele si sfoga a Tuttosport:
“Pensare che il mio destino sia subordinato a quello di un altro giocatore un po’ mi infastidisce. Però non mi piango addosso, sono contentissimo della stagione che ho fatto. Oramai ho capito che nel calcio le cose vanno così”.

La Juve, il suo grande sogno, l’ha tradito:
“Resterò comunque tifoso juventino. E proverò a far capire alla società che ha sbagliato a non credere in me. Oddo, per esempio, ha fatto le giovanili nel Milan, è stato ceduto e anni dopo i rossoneri hanno speso fior di milioni per riacquistarlo. Chissà che non succeda anche a me”.

E sul suo futuro sembra avere le idee chiare:
“E’ improbabile che rimanga a Udine. Hanno già molti attaccanti. Per me l’unica cosa che conta è non andare più in prestito ma essere ceduto completamente o in comproprietà. Il mio ultimo campionato è finito con quasi due mesi di anticipo solo perchè ero in prestito, e a salvezza ottenuta la società ha puntato sui giocatori di proprietà. Così è sfumata ogni speranza di essere convocato con la Nazionale Under 21. Poi mi è dispiaciuto non salutare il pubblico di Catania”.

Per concludere, smentisce un suo interessamento al Palermo:
“Il Palermo? Ho detto di aver chiamato Zenga per salutarlo e ringraziarlo di tutto. Stop. Tutto il resto non sta in piedi. Se c’è una squadra dove mi piacerebbe giocare è il Catania. Se si facessero vivi la precedenza la darei a loro”.

Calciomercato: i movimenti in entrata del Catania

petruslmIn vista del prossimo campionato di serie A, quasi tutte le squadre si stanno rafforzando. Fra gli scontatissimi movimenti delle “big” (Inter, Milan e Juventus) anche la dirigenza etnea non ha nulla da invidiare in fatto di colpi ben assestati e prepara la corazzata per il 2009/10.
Ecco qui di seguito i movimenti di calciomercato del Catania,tenendo conto anche dei “rumors più credibili”.

Gli acquisti effettuati

Gianluza Atzori, allenatore (1971)
ex Ravenna
contratto biennale

Pablo Cesar Barrientos, centrocampista (1985)
dal FK Mosca
contratto quadriennale

Andrea Campagnolo, portiere (1978)
dalla Reggina
contratto triennale

Blazej Augustyn, difensore (1988)
dal Legia Varsavia F.C.
contratto quadriennale

Mariano Andùjar, portiere (1983)
dall’Estudiantes
contratto quadriennale

Giuseppe Bellusci, difensore (1989)
dall’Ascoli

Trattative in corso

Juan Daniel Forlin, difensore (1988)
col Boca Juniors

Francesco Zizzari, attaccante (1982)
dal Ravenna

Mauro Boselli, attaccante (1985)
con l’Estudiantes

Diego Luis Braghieri, difensore (1987)
col Rosario Central

Davide Succi, attaccante (1981)
col Palermo

Nicolás Spolli, difensore (1983)
col Newell’s Old Boys

Gonzalo Rubén Bergessio, attaccante (1984)
col San Lorenzo

Winston Wiremu Reid, difensore (1988)
col Midtjlland

Bellusci: “A Catania per emergere”

gbellusciManca solo la firma (che arriverà prestissimo) e Giuseppe Bellusci, difensore dell’ Ascoli e nazionale Under 21, sarà ufficialmente del Catania.
Il giocatore ha dichiarato tramite l’ufficio stampa della sua ormai ex squadra di essere entusiasta della scelta effettuata:

“Catania è una piazza in cui poter fare bene perché tanti giovani hanno avuto modo di dimostrare il proprio valore. Spero di non essere una meteora in serie A perché mi piacerebbe restarci il più a lungo possibile”.

Qualcuno lo ha paragonato, in maniera un po’ azzardata, a Paolo Maldini ma Giuseppe non si scompone:
“Maldini è un mito del calcio, io solo un giovane che cerca di emergere”.

Anche lui, come ogni giovane emergente, ha un idolo:
“Mi piace molto Fabio Cannavaro, che credo sia il numero uno in assoluto, un vero campione”.

Calciomercato: e se Paolucci andasse al Palermo?

MichelePaolucciE’ consuetudine, quando finisce una stagione, sbizzarrirsi a parlare di calciomercato ( lo facciamo tutti), fantasticare e sognare, talvolta sparare balle immense pur di mettersi in evidenza.
Mi riferisco a qualche sito sportivo ( ? ) che, trattando l’argomento di un eventuale passaggio di Michele Paolucci al Palermo, scrive che “i tifosi del Catania potrebbero non prenderla bene”.
Ricordando che l’attaccante sarebbe comunque partito via Udine o Torino (sponda Juve), il reparto avanzato rossazzurro non soffrirà certo questo trasferimento preannunciato: che sia Palermo, Bergamo o Agrate Brianza poco importa.
Il futuro del Catania parte da altre abilissime mosse della dirigenza e a me sta bene così.
E’ invece strano come dal Catania, giudicata “squadra di rincalzi e comunque inferiore” stia attingendo la società rosanero.
Che l’anno prossimo rischiamo di vedere il Palermo in casacca rossazzurra con annesso scambio di stadio e presidente?
Per adesso rimangono certe solo le dichiarazioni di Paolucci al Giornale di Sicilia:
-“Con Zenga ci siamo sentiti due volte: la prima telefonata l’ho fatta io per fargli i complimenti per il suo passaggio al Palermo. La seconda volta ha alzato lui il telefono, ma non posso dire molto. Lo stimo moltissimo e lui ha dimostrato di credere nelle mie qualità come pochi”-.

Spero che la trattativa si concretizzi, in modo da poter dimostrare come nel Catania si riescano a valorizzare i giovani. Ma anche i rincalzi.
A Michele, ovunque vada,  è doveroso il ringraziamento degli sportivi che per un anno hanno esultato grazie ai suoi goal, molti dei quali decisivi ai fini della classifica.

Calciomercato: anche Blazej Augustyn al Catania

augustyn_blazejBlazej Augustyn è un giocatore del Catania. La società rossazzurra ha perfezionato l’ingaggio dell’esterno polacco proveniente dal Legia Varsavia.

Augustyn, classe ’88, ex Bolton Wanderers, ha disputato lo scorso campionato di B con il Rimini, collezionando però solo 4 presenze a causa della rottura dei legamenti crociati del ginocchio sinistro.

I riminesi, appena retrocessi in Lega Pro, non hanno riscattato il cartellino del giocatore permettendo così l’inserimento dei dirigenti etnei, che hanno ingaggiato il giocatore a titolo definitivo. L’operazione è stata ufficializzata oggi dal Legia Varsavia attraverso il suo sito web.

Fonte: LaSicilia.it