Archivi del giorno: settembre 28, 2009, 22:32

Le valutazioni di Catania-Roma

Buona visione...

Buona visione...

Anche questa settimana tornano le scanzonate valutazioni dei giocatori del match Catania-Roma in chiave “cinefila” (anche se la Roma meriterebbe la versione cinofila).
In considerazione del fatto che per i rossazzurri non c’è bisogno di perder tempo poichè tutta l’Italia sportiva ( e anche qualcuno da fuori) ha riconosciuto la supremazia dei nostri, ci limitiamo a valutare la squadra nel suo insieme.

CALCIO CATANIA 1946– Gara giocata finalmente con grande determinazione, quasi vicina alla perfezione, con la giusta grinta sufficiente per vincere ma non abbastanza per assestare il colpo di grazia. Calpesta una Roma piccola piccola, così come accadde lo scorso campionato, facendo rosicare la parte giallorossa della capitale che non digerisce un tale castigo. Con le migliori intenzioni.

JULIO SERGIO– forse l’unico in grado di meritare un elogio per le tante occasioni sventate. Riesce a contenere la valanga etnea ma affonda sul colpo di Morimoto. Babe – Maialino coraggioso.

CASSETTI– Uscito dopo appena 30 minuti: non si sa se gli abbia fatto più male il tendine di Achille o la marmitta di Takayuki. In ogni caso rimane un brocco da macello. Sayonara.

MOTTA–  Chi??? Avrebbe dovuto sostituire Cassetti ma probabilmente ha mandato in campo il suo ectoplasma. Ghost.

BURDISSO– Entra in campo dopo aver pranzato alla trattoria di “Er Carciofo” (spietato concorrente della più nota “Parolaccia”). Fa di tutto per emulare Malcolm Mc Dowell in “Arancia Meccanica” ma dimentica il coltello a casa. Scemo e + scemo.

MEXES– Dovrebbe far parte del “MURO” difensivo giallorosso ma fortunatamente la stipsi (o la diarrea) lo costringe ad abbandonare il campo e a risparmiarci le abituali prepotenze nei confronti degli avversari. Ci mancheranno molto le sue traccine da travestito . Un uomo da marciapiede.

JUAN– Subentrato a Mexes, dimentica la parrucca a casa ma ricorda come si passeggia “per prati”. Una donna in carriera.

RIISE– Tenta qualche affondo ma viene puntualmente affondato dal folletto di Caltagirone, Mascara. Titanic.

BRIGHI– Piuttosto che giocare (verbo a lui sconosciuto) preferisce completare un Sudoku. Quando si accorge che è in lingua italiana, viene cazziato da Ranieri. L’uomo dei sogni.

CERCI– Diamo una chance a questo ragazzo dicendo che potrà considerarsi, in futuro, un calciatore. Le intenzioni c’erano, la concretezza un po’ meno. D’altrone non credeva nemmeno di giocare ma il tecnico lo fatto uscire dall’ uovo di Pasqua per tentare l’impossibile. All’improvviso uno sconosciuto.

DE ROSSI–  Spendiamo qualche parola di conforto per questo grande campione che gioca a corrente alternata. E’ normale che quando ti porti dentro il trauma del suocero assassinato per regolamento di conti, l’infanzia vissuta infelicemente e i compagni che non ti capiscono, le tue prestazioni hanno un calo pauroso. Fortunatamente per lui, c’è l’amico pluripregiudicato Marione, lo speaker che ne narra le gesta e i torti subiti. Soprattutto in quel di Catania. Gioventù bruciata.

PIZARRO– Doveva andare con la mamma all’Ikea ma Ranieri lo ha convocato e lui, incazzato, ha deciso di portarsi in campo il Game Boy Nintendo. A spasso con Daisy.

PERROTTA– Ci hanno appena avvisati che Perrotta ieri ha giocato. Strano, credevamo fosse andato a svitare coperchietti di bici sulla Appia Antica. Ladri di biciclette.

TOTTI– Niente torta per Capitan Findus che si scioglie sotto il solo del Massimino. Troppo pensieroso per le pecore rubategli a Valmontone? Il ragazzo di campagna.

VUCINIC– Ha fatto timbrare il cartellino da qualche collega ed è andato a gustare una granita con brioche al Lungomare della Scogliera. Se lo sapesse Brunetta…! Perdiamoci di vista.

RANIERI– Meriterebbe un monumento soltanto per essersi caricato questo sacco di monnezza sulle spalle. Cosa si può fare quando hai a disposizione una ventina di cani? Sono un fenomeno paranormale.

SACCANI e PETRELLA– Splendida coppia per un film comico. Li vedremo mai in un cine-panettone di Vanzina? Dick e Jane – Operazione furto.

Annunci