Archivi del mese: febbraio 2011

Prevendita tagliandi Fiorentina-Catania

Il Calcio Catania S.p.A. comunica che è partita ieri (lunedì 28 febbraio) la vendita dei biglietti validi per la gara di Campionato, Fiorentina-Catania, in programma domenica 6 marzo presso lo stadio ‘Artemio Franchi’ di Firenze. I tagliandi sono acquistabili presso il circuito di vendita ‘TicketOne’ e il prezzo di ogni biglietto relativo al settore ospiti è di € 10.

Per la gara in questione saranno adottate le seguenti restrizioni:

– divieto di vendita dei tagliandi ai residenti nella Regione Sicilia;
– divieto di vendita di biglietti attraverso siti internet;
– incedibilità del tagliando

Sono esclusi da tutte le prescrizioni limitative della vendita dei biglietti i ‘supporters’ che hanno aderito al programma ‘tessera del tifoso’ ed i turisti stranieri.

Ricchiuti riaccende il Catania. Orgoglio Andujar.

Alzi la mano chi, alla fine del primo tempo di Catania-Genoa, si è sentito tranquillo e fiducioso dopo aver visto come i rossazzurri affrontavano uno degli impegni più importanti di questa stagione.
Ecco, a carte ormai scoperte è facile ergersi a filosofi del pallone o calciofili professionisti. Magari dire “io lo sapevo che…”. Pure minchiate!
Sarò banale ma, come sempre, abbiamo regalato un tempo agli avversari soffrendo la loro calma e disinvoltura e aspettando il loro vantaggio per poi continuare a non fare nulla.
Questo è un inizio quasi tra parentesi poichè, alla fine, quello che conta è sempre il risultato.
Bene, bravissimo Simeone per i cambi effettuati (anche se non troppo repentinamente) che hanno permesso al Catania di sfoderare quel cuore e quell’orgoglio che da sempre ci contraddistinguono.

ExtraRicchiuti “resolve”!

E’ ormai risaputo che il numero 19 argentino è divenuto, da tempo, l’anello di congiunzione tra fantasia e decisione (lo avevamo perfino pronosticato nella nostra rubrica “Consigli per il Fantacalcio”), allora perchè insistere sull’acciaccato Ledesma?
Si è dato il caso che, al suo ingresso in campo, i giocatori genoani hanno cominciato a vedere i sorci verdi per il cambio di gioco talmente rapido da non far capire più nulla.
Semplice: il “piccolo” Adrian è riuscito ad innescare la miccia (Bergessio-Maxi-Lodi) dell’esplosivo potenziale di questo gruppo. Anche se, diciamolo francamente, il Genoa non ha demeritato.

Il riscatto di Marianito

E’ stato contestato, criticato, accusato, vilipeso da una schiera della tifoseria ma il rigore parato a Veloso (stranamente su Mediaset oggi dicevano “errore di Veloso”) vale più che un gol.
Andujar mette a tacere i suddetti calciofili professionisti, saluta e torna negli spogliatoi sorridente.
Questo è il calcio, signori. Contraddizioni in abbondanza, conferme e smentite, pronostici sempre in bilico tra fantascienza e telenovelas.
D’altronde stiamo vedendo fior di campioni valutati sui 30-40 milioni giocare da veri cani e preferisco non far nomi, tanto ce ne sono in tutte le squadre d’alta classifica.

Giannoccaro: un leccese a Catania

Forse non era il caso di assegnare il match al fischietto salentino che non ha certo brillato per bravura. Tutt’altro: errori a ripetizione, “aiutato” soprattutto dai collaboratori che hanno distorto parecchio l’andamento della gara fin dai primi minuti.
Alla fine ha prevalso il cuore, ha prevalso la voglia di vincere e di far bene che i nostri ragazzi hanno in corpo.
Aggiungiamo anche quest’altro ai cattivi sulla lavagna.

Prossima contro Mihajlovic

Domenica prossima ci attende la Fiorentina guidata da quello che, a mio modesto avviso, è stato il miglior tecnico dei rossazzurri in serie A della nuova era.
I viola, reduci da un rocambolesco pareggio a Bari, dovranno vedersela con un gruppo rintemprato dalla fiducia e, perchè no, dall’euforia.
Essere ottimisti non è un optional: guardiamo al prossimo match con altrettanta fiducia consapevoli di poter fare (come ricorda un famoso slogan) di tutto, di più.

Roberto D.

Catania-Genoa 2-1: video sintesi Rai

Il video della sintesi condiviso gentilmente da MondocataniaTv, canale che consigliamo di visitare per i ricchi contributi video.

CATANIA (4-3-1-2): Andujar; Potenza (46′ Schelotto), Silvestre, Augustyn, Alvarez; Lodi, Ledesma (46′ Ricchiuti), Carboni; Gomez (78′ Marchese); Maxi Lopez, Bergessio.
A disp.:Kosicky, Pesce, Llama, Morimoto. Allenatore: Simeone

GENOA (4-4-2): Eduardo; Moretti (51′ Antonelli), Kaladze, Dainelli, Criscito; Rossi, Kucka (71′ Paloschi), Veloso, Mesto; Floro Flores (69′ Jankovic), Palacio.
A disp.:Scarpi, Polenta, Sturaro, Boselli. Allenatore: Ballardini.

Arbitro: Giannoccaro di Lecce (Comito-Meli)
Quarto ufficiale: Pierpaolidi

Marcatori: 19′ Floro Flores; 50′ Maxi Lopez, 55′ Bergessio.

Ammoniti: Veloso, Moretti, Potenza, Bergessio, Augustyn, Maxi Lopez.

Espulsi: Criscito, Floro Flores, Augustyn. (Espulso anche il tecnico Ballardini).

Catania-Genoa 27ª giornata: streaming live e radiocronaca

L’assenza di Terlizzi, a causa di un’infiammazione al tendine, costringe Simeone ad impiegare Augustyn come centrale accanto a Silvestre.
Sembra deciso lo schieramento in mediana con Schelotto e Lodi al fianco di Ledesma. Il tandem d’attacco Bergessio-Lopez subito dall’inizio.

Ballardini è indeciso sul ballottaggio Jankovic-Antonelli che attualmente stanno alla pari per possibilità. La coppia Palacio-Floro Flores lascia in panchina Paloschi che dovrebbe entrare a gara in corso.

Probabili formazioni

CATANIA (4-3-1-2): Andujar; Alvarez, Silvestre, Augustyn, Marchese; Schelotto, Ledesma, Lodi; Gomez; Bergessio, Maxi Lopez.
A disposizione: Kosicky, Potenza, Carboni, Llama, Ricchiuti, Pesce, Morimoto. All.Simeone.

GENOA (4-4-2): Eduardo; Mesto, Kaladze, Dainelli, Criscito; Rossi, Veloso, Kucka, Jankovic; Floro Flores, Palacio.
A disposizione: Scarpi, Moretti, Polenta, Sturaro, Antonelli, Paloschi, Boselli. All. Ballardini.

Arbitro: Giannoccaro di Lecce (Comito-Meli)
Quarto ufficiale: Pierpaoli di Firenze

Catania-Genoa streaming live
(lista canali MyP2P)

Radiocronaca e webcronaca sito ufficiale

Fantacalcio 2010/11: i consigli per la 27ª giornata

 

Libor Kozak, rivelazione dalla Lazio (foto Paolo Bruno ©)

Fedelissimi amici fantamanager, salve a tutti.
Eccomi qui per offrirvi qualche spunto in merito alla 27ª di campionato.
Ma prima di iniziare coi suggerimenti, volevo invitarvi ad iscrivervi a quello che personalmente definisco il miglior Fantacalcio in assoluto mai conosciuto. Per innovazione, originalità, serietà e correttezza nonchè divertimento, merita un dieci con lode.
Sto parlando di Fanta Serie A, facente parte del social network Facebook. E’ solo un piccolo anticipo di una lunga e dettagliata recensione che presto troverete tra le pagine della Home del nostro blog-site.
Se mentre leggevate vi siete nel frattempo iscritti, ecco che posso partire con i suggerimenti che, ricordo, non sono da interpretare come previsioni. A quelle ci pensano maghi, profeti e ciarlatani vari.

Juventus-Bologna-
Nell’anticipo serale del sabato i bianconeri senza Buffon e Aquilani tenteranno di riportarsi nel gruppone di testa.
Chi segue da tempo la mia rubrica sa che consigliavo sempre Matri quand’era al Cagliari. Bene, continuo a scommettere su di lui.
Martinez parte titolare ma non rischierei: meglio Marchisio.
Tra i felsinei punterei su Della Rocca che giocherà come trequartista e porterà ottimi bonus ma il nome che può impensierire i bianconeri è Di Vaio.

Catania-Genoa-
Anticipo domenicale che obbliga i rossazzurri al risultato pieno. Non facile, ma se Ricchiuti partisse dal primo minuti potrebbe essere l’uomo-chiave. Ottime chances per Maxi Lopez di tornare al goal.
Chi sembra più temibile tra i genoani è Palacio. Ma attenzione a Kaladze che, se non commette ingenuità, può giocarsi le migliori carte.

Bari-Fiorentina-
La matematica non condanna ancora i pugliesi che ci proveranno. I viola sembrano aver trovato uno stato di forma migliore.
Bentivoglio e Parisi sono i nomi che scelgo per i galletti; Behrami e Gilardino quelli per i toscani.

Brescia-Lecce-
Gara da tripla per la zona salvezza. Zanetti e Diamanti i più accreditati delle rondinelle, Munari e Olivera per i salentini.

Cagliari-Lazio-
Altro match dal pronostico incerto. Ai sardi serve soltanto la tranquillità, ai capitolini serve la vittoria per non vedersi distaccati dalla zona Champions.
Se da una parte c’è Nenè che ha tanta voglia di riscattarsi, dall’altra c’è Kozak che farà di tutto per trascinare la propria squadra. Da riconfermare Gonzalez, galvanizzato dagli ultimi exploit.

Cesena-Chievo-
Quando gioca Jimenez c’è poco da riflettere: inseritelo ad occhi chiusi. Attenzione a Rosina, desideroso del “battesimo” del goal.
Tra i clivensi si è notato il risveglio di Sardo che in gare come questa può risultare letale. Bonus anche per Pellissier.

Palermo-Udinese-
Sarà un match ricco di suspence, con rosanero e friulani intenzionati a fare i fuochi d’artificio.
Interessanti duelli a distanza: Pastore-Sanchez e Balzaretti-Armero. Se li avete in rosa inseriteli tutti. Senza Miccoli, grandi possibilità di segnare per Hernandez.

Roma-Parma-
I giallorossi hanno ripreso fiducia dopo aver cambiato registro. Se sapranno gestire la gara potranno anche far goleada al Parma.
Menez e Juan su tutti. Qualche chance di punti bonus anche per Taddei.
Passando al Parma, Candreva porta sempre ottimi voti e con lui consiglio anche Paci.

Sampdoria-Inter-
Attenzione a questa partita che sulla carta appare facile per i nerazzurri.
La Samp ha bisogno di punti, non può permettersi di regalarne e quindi ne verrà fuori una vera battaglia, anche se il divario tecnico è quasi incolmabile.
Tra i blucerchiati più “lucidi” vedo Guberti e Ziegler, mentre per i nerazzurri punto sicuro su Stankovic e Kharja. Oltre ai soliti noti, ovviamente.

Milan-Napoli-
Il match-clou si gioca il lunedì sera e vedrà di fronte due squadre reduci da altrettanti delusioni europee.
Ciò significa che potranno dare fondo alle energie per questo duello d’alta quota.
Subito dentro Ibrahimovic e Robinho per i rossoneri; Dossena e Hamsik per gli azzurri. Se poi amate il rischio inserite Mascara, facilmente esaltato contro le big.

I portieri:

Agazzi (Cagliari), Julio Sergio (Roma), Arcari (Brescia).

Sperando di essere stato di vostro aiuto, auguro un buon Fantaweekend a tutti.

Louis Le Maccarron

Riflettori su Catania-Genoa. Lo Monaco: “Niente stadio per me”

In occasione del 27° turno del campionato di Serie A, il Catania ospita il Genoa al “Massimino” in quello che ormai viene definito “lunch-match”, ovvero l’anticipo domenicale delle 12,30.
L’obiettivo è uno solo: vincere per scrollarsi di dosso tutte le polemiche che in questi ultimi giorni hanno circondato società e gruppo.
E, a proposito di polemiche, l’AD Pietro Lo Monaco, nel corso della conferenza stampa di ieri, ha rilasciato  dichiarazioni a 360 gradi.
Su tutte, quella della sua astensione dallo stadio “Massimino” per via dei cori di protesta che si sono levati nel corso di Catania-Lecce:
“Le pesanti contestazioni a me rivolte non mi lasciano indifferente poichè sono cose che non fanno piacere. Dico ai contestatori di professione che non ho intenzione di lasciare il Catania, anche se questa idea, quando subisci certi insulti, è facile che baleni nella mente. Non andrò più allo stadio fino al termine del campionato, questo è sicuro. Continuerò a passeggiare per Catania così come faccio durante il secondo tempo delle partite disputate al “Massimino”. Chi va allo stadio solo per contestare dovrà mettersi il cuore in pace perché io non ci sarò e non vedrò le partite in televisione”.

C’è anche spazio per il piccolo “giallo” secondo il quale Maxi Lopez non avrebbe voluto giocare titolare contro il Napoli, ma Lo Monaco smentisce:
“Nessun caso Maxi Lopez, la scelta è stata solo del mister, il resto tutte invenzioni. Questa società crede fortemente in Diego Simeone. C’è il problema degli infortuni che non va sottovalutato, del resto il tecnico sta riuscendo a fare assimilare alla squadra idee diverse da quelle di qualche tempo fa”.

In chiusura, un pensiero al Genoa:
“Quella genoana è una buona squadra ma a Catania troverà pane per i suoi denti!”

Otto volte Catania-Genoa

Sono otto i precedenti in serie A in casa del Catania con bilancio nettamente favorevole ai rossazzurri: 6 vittorie, un pareggio, una sconfitta (sul neutro di COsenza nella sfortunata stagione ’83/’84).
Anche nelle marcature il divario è ampio: 16 gol del Catania contro gli 8 del Genoa.
Unica gara senza reti lo 0-0 della stagione 2007/08.
Nell’ultima di campionato dello scorso anno finì 1-0 con il sigillo di Maxi Lopez che raggiunse gli 11 gol stagionali e portò gli etnei al record di punti in serie A: 45!

Questi i dettagli degli otto precedenti

1954/55 Catania–Genoa 2-0 (20′ Ghiandi, 29′ Spikofski)
1962/63 Catania–Genoa 3-1 (3′ Petroni, 14′ Szymaniak, 50′ Galli,76′ Petroni)
1963/64 Catania–Genoa 5-3 (15′ Bicicli, 21′, 30′ e 32′ Fanello, 29′ e 58′ Danova, 42′ Baveni, 66′ Locatelli rig.)
1964/65 Catania–Genoa 3-2 (20′ Koelbl, 38′ Magi, 64′ e 76′ Facchin, 65′ Bicicli)
1983/84 Catania–Genoa 1-2*(22′ Pedrinho, 24′ Benedetti, 29′ Briaschi)
2007/08 Catania-Genoa 0-0
2008/09 Catania-Genoa 1–0 (61′ Mascara)
2009/10 Catania-Genoa 1-0 (65′ Maxi Lopez)

*campo neutro di Cosenza.

Match affidato a Giannoccaro

A dirigere il match di domanica sarà il sig. Antonio Danilo Giannoccaro di Lecce.
Gli assistenti designati sono i sigg. Fabio Comito di Torino e Filippo Meli di Parma.
Quarto ufficiale il sig. Nicola Pierpaoli di Firenze.

Napoli-Catania 1-0: ampia sintesi video commento Auriemma

Napoli batte Catania 1-0 nella gara valida per il 26° turno del campionato di serie A 2010/11. Abbiamo scelto il video di un nostro amico di YouTube, UroneChannel , straordinariamente editato e col commento del telecronista partenopeo Auriemma. Ringraziamo per la condivisione.

Il tabellino del match

NAPOLI (3-4-2-1): De Sanctis; Santacroce, Cannavaro, Aronica; Maggio, Yebda, Pazienza (76′ Gargano), Zuniga (79′ Dossena); Hamsik, Sosa (61′ Mascara); Cavani.
A disposizione: Iezzo, Ruiz, Cribari, Lucarelli. All: Mazzarri.

CATANIA (4-2-3-1): Andujar; Potenza, Silvestre, Spolli, Marchese; Ledesma, Lodi; Schelotto (64′ Maxi Lopez), Martinho (43′ Morimoto), Gomez (72′ Ricchiuti); Bergessio.
A disposizione: Kosicky, Augustyn, Carboni, Alvarez. All: Simeone.

Arbitro: Gava di Conegliano Veneto
Assistenti:Iannello-Ayroldi
Quarto ufficiale: Peruzzo.

Marcatore: 25′ Zuniga.

Ammoniti: Yebda, Andujar, Hamsik, Santacroce, Bergessio, Spolli.

Calci d’angolo: 5-2 per il Napoli

Possesso palla: 68% Napoli; 32% Catania

Note: al 10′ Cavani fallisce un calcio di rigore.