Archivi del mese: ottobre 2011

Migliora Cassano. Milan senza Boateng e Nocerino. Izco, sospetto stiramento

Notte di paura per Antonio Cassano, fantasista rossonero

Il match di domenica prossima al “Massimino” vedrà la compagine rossazzurra impegnata contro un Milan in netto rilancio per la vetta della classifica.
Ma i rossoneri si ritroveranno con handicap abbastanza seri: Nocerino, già diffidato, ha ricevuto un cartellino giallo nel corso di Roma-Milan. Nello stesso match, espulso Boateng.
Allontanato dal campo anche il tecnico Allegri, sarà Tassotti ad occupare la panchina contro il Catania.
Con Gattuso, Flamini, e forse anche Seedorf, infortunati, il Milan sarà costretto a ricostruire la linea di mediana col quasi sicuro innesto di El Shaarawy e Ambrosini.
Problemi in avanti per il malessere che ha portato Cassano a un ricovero urgente: secondo le ultime notizie (leggere articolo su Sportmediaset), il fantasista barese sarebbe in fase di miglioramento ma secondo i medici dovrebbe fermarsi per un lungo periodo. Noi facciamo i più sinceri auguri di pronta guarigione a Fantantonio.

Intanto i rossazzurri hanno ripreso gli allenamenti e si stanno valutando le condizioni di Mariano Izco, fermatosi per un sospetto stiramento nel corso di Catania-Napoli: al suo posto ptrebbe giocare l’ormai recuperato Potenza.
Dall’infermeria, ormai quasi svuotata, notizie rassicuranti sugli imminenti recuperi di Llama, Biagianti e Suazo.
Ottime possibilità per Barrientos di giocare a Milano, dopo un’altra prova di grande carattere sabato scorso.
Montella sembra orientato a riconfermare in avanti Gomez e Bergessio facendo partire, ancora una volta, Maxi Lopez dalla panchina.

Annunci

Catania-Napoli (2-1) Premium commentata da Auriemma

La sintesi dal match Catania-Napoli, commentata da Raffaelle Auriemma su Premium Calcio.

Marchese e Bergessio dicono di no al Napoli. E il Catania vola!

Bergessio, terzo goal stagionale (Foto Calcio.Fanpage.it)

Sesto risultato utile consecutivo per i rossazzurri. E che risultato! Un limpidissimo 2-1 al Napoli che si presenta in formato turn-over ma che va subito in goal, dopo appena 35 secondi, con Cavani.
Doccia fredda? Nemmeno per sogno: i ragazzi di Montella danno l’anima e al 25′ arriva il pareggio firmato da Marchese che esulta occhi al cielo ringraziando tutti i tifosi del “Massimino”.
Al minuto 43 , Santana viene espulso per somma di ammonizioni e i partenopei si trovano in affanno sotto i colpi di Gomez e Bergessio che spingono come forsennati.
Le ripartenze degli azzurri sono fulminee ma non trovano fortuna, così come le occasioni mancate dal Catania per arrotondare il successo che arriva al 48′ con un colpo di testa di Bergessio, al suo terzo goal stagionale.
Quello di Montella è uno schema che ormai i rossazzurri hanno imparato quasi a memoria e che con un pizzico di cinismo in più potrebbe portare soddisfazioni ancora più grandi.
In buona sostanza si può tranquillamente riassumere il match in occasioni sprecate da una parte e dall’altra, salvataggi provvidenziali sulla linea (Bellusci e Spolli) e tanto, tanto gioco prodotto.
Con 14 punti in classifica, tanti quanto il Napoli, c’è da sognare ma c’è comunque da andare sempre cauti, così come dichiara il tecnico “Aeroplanino”, ormai consacrato ad “allenatore ammazzagrandi”.  Domenica ci attende il Milan, senza Boateng e senza il tecnico Allegri, espulsi nel vittorioso match contro la Roma.

Il tecnico rossazzurro dichiara nel postpartita:
-“La classifica attuale è solo uno scherzo: siamo abituati a vederla al contrario, forse l’hanno soltanto capovolta. Il nostro obiettivo rimane la salvezza, sarebbe un grande errore pensare ad altro, soprattutto in un campionato così livellato dove con due soli errori si rischia di precipitare nuovamente in basso. Dobbiamo giocare partita dopo partita con la massima abnegazione che deve esserci soprattutto negli allenamenti. Le vittorie si costruiscono in settimana, oggi siamo stati grandi ma c’è ancora tanto da fare”-.

Come ci ha ormai abituati, il tecnico Mazzarri trova sempre lo spunto per lamentarsi:
-“Ho visto un Napoli superlativo, sono contento della prestazione dei ragazzi. i dispiace aver perso in questo modo, direi immeritatamente. Si vede proprio che non era giornata ma dico “bravi” ai ragazzi  perchè hanno dato il massimo. Nel secondo tempo, anche se in dieci contro unidici, sembravamo noi la squadra in superiorità numerica. Abbiamo fallito il gol del possibile 2-0 e poi quello del 2-1. La partita? E’ stata pesantemente condizionata dagli episodi. Fino all’espulsione di Santana avevamo dominato su un campo dove tutte le grandi faranno fatica.”-

Il tabellino del match

Marcatori: 1′ Cavani, 25′ Marchese, 48′ Bergessio.

Catania (5-3-2): Andujar; Bellusci, Legrottaglie, Spolli, Izco (78′ Delvecchio), Almiron; Lodi, Ricchiuti (60′ Barrientos), Marchese; Bergessio, Gomez (75′ Catellani).
A disp.: Campagnolo, Potenza, Lanzafame, Maxi Lopez. All: Montella.

Napoli (3-4-3): De Sanctis; Fernandez, Cannavaro, Fideleff (59′ Maggio); Zuniga, Santana, Inler,  Dossena (68′ Hamsik); Lavezzi, Mascara (49′ Dzemaili); Cavani.
A disp.: Rosati, Aronica, Grava, Lucarelli. All: Mazzarri.

Arbitro: Domenico Celi di Bari
Assistenti: Tonolini di Milano-Di Fiore di Aosta.
Quarto uomo: Paolo Valeri di Roma.

Ammoniti: Santana, Bellusci.

Espulso: Santana per doppia ammonizione

Calci d’angolo: 5-7
Possesso palla: 48%-52%
Tiri in porta: 5-6
Tiri totali: 14-12

Catania-Napoli 2011/12: streaming e radiocronaca

Ennesimo match impegnativo (si torna al “Massimino”) per i rossazzurri di Montella che ospiteranno il Napoli di Mazzarri, in un tour de force che dura da quattro settimane e che continuerà ancora (a Milano, sponda rossonera).
Si valutano le condizioni di Gomez che potrebbe partire titolare accanto a Bergessio. Probabile anche la partenza dalla panchina per il “Papu” con Maxi Lopez pronto ad affiancare il “Lavandina”, apparso motivatissimo e carico.
Il modulo sarà il solito: un 5-3-2 “mascherato” che vedrà Izco e Marchese sulle fasce difensive e una mediana con Lodi, Almiron e Delvecchio. Possibile innesto a gara in corso di Ricchiuti.

Probabili formazioni

Catania (5-3-2): Andujar; Izco, Bellusci, Spolli, Legrottaglie, Marchese; Almiron, Lodi, Delvecchio; Bergessio, Maxi Lopez (Gomez).
A disp.: Campagnolo, Potenza, Paglialunga, Lanzafame, Sciacca, Ricchiuti, Barrientos (Gomez). All.: Montella

Napoli (3-4-2-1): De Sanctis; Fernandez, Cannavaro, Fideleff; Maggio, Inler, Dzemaili, Dossena; Mascara, Lavezzi; Cavani.
A disp.: Rosati, Grava, Zuniga, Aronica, Hamsik, Santana, C. Lucarelli. All.: Mazzarri

Arbitro: Domenico Celi di Bari
Assistenti: Tonolini di Milano-Di Fiore di Aosta.
Quarto uomo: Paolo Valeri di Roma.

Catania-Napoli streaming Rojadirecta
(scegliere sul sito Rojadirecta fra tutti i canali disponibili che appariranno prima della partita)

Radiocronaca Radio SIS

Radiocronaca e commenti Radio Fantastica

Jeux gratuit RoyalCactus !

Fantacalcio 2011/12: i consigli per la 10ª giornata

a cura di Luigi Maccarrone

Salve amici fantamanager,
nemmeno il tempo di controllare i nostri punteggi e si torna a schierare le formazioni.
Anche questa decima giornata ci offre grandi match, direi una delle più sostanziose dal punto di vista mediatico, non solo tecnico.
E si parte da un sabato stratosferico con tre incontri che vedono impegnate le pretendenti al titolo tricolore (escludendo Udinese e Lazio impegnate domenica): Napoli, Milan e Juventus.
Vediamo un po’ di individuare quei giocatori che potrebbero portare più bonus possibili alle nostre formazioni.
Vi ricordo sempre di dare un’ occhiata alle probabili formazioni su CorriereSport per eventuali sorprese dell’ultimo momento.

Catania-Napoli
Avrete già letto tutto nei nostri articoli, quindi passo subito ai nomi:
Marchese e Maxi Lopez per i rossazzurri; Inler e Zuniga per gli azzurri.

Roma-Milan
Ci vuole la miglior Roma per fermare i diavoli rossoneri galvanizzati da due vittorie sonanti.
Vedo in Pjanic il nome che può più impensierire la difesa milanista. Dentro anche Burdisso.
Vorrei invece rischiare scegliendo tra i rossoneri: Robinho e Thiago Silva.

Inter-Juventus
Il match più atteso della 10ª giornata si gioca di sabato sera e vedrà di fronte i tecnici Ranieri e Conte.
Ecco i nomi scelti: Stankovic e Pazzini per i nerazzurri; Matri e Marchisio per i bianconeri. Ma potete osare anche con Vucinic.

Siena-Chievo
Lunch match da tripla. Calaiò e Mannini per i toscani; Moscardelli ed Hetemaj per i clivensi.

Bologna-Atalanta
Felsinei reduci da un’importante vittoria a Verona. Ripropongo Acquafresca, insieme a lui anche Cherubin.
Tra gli orobici, che giocheranno solo per vincere, meglio puntare sulla coppia Moralez-Denis.

Fiorentina-Genoa
I viola sono costretti a vincere. Se non avete Jovetic in rosa, puntate su Gilardino. Farà molto bene anche Natali.
Il Genoa avrà bisogno del miglior Palacio per ostacolare gli avversari, ma vedo benissimo anche Rossi.

Lecce-Novara
Gara tutta da gustare in fatto di spettacolo: Oddo e Corvia per i salentini; Paci e Jeda per i piemontesi.

Parma-Cesena
I ducali vorranno dimenticare la batosta di Milano: ci penserà Giovinco, sempre in grande forma. Aggiungo anche Modesto.
Per i romagnoli sarà un match da giocare col coltello tra i denti: spazio a Martinez e Ghezzal.

Udinese-Palermo
C’è da aspettarsi un’Udinese in assetto di guerra, pronta a rifarsi dalla sconfitta subita a Napoli.
Di Natale e Domizzi sembrano i nomi più adeguati. Tra i rosanero scelgo la sicurezza di Balzaretti e la freschezza di Hernandez.

Cagliari-Lazio
Squalificato Conti, tocca a Ekdal partire da titolare: perchè non provarlo? Ancora una volta suggerisco Nenè.
La squadra di Reja ritrova Dias ma perde Biava: io punto invece su Sculli e Brocchi.

I portieri:
Handanovic (Udinese), Boruc (Fiorentina), Brkic (Siena).

Ricordandovi Fanta Serie A su Facebook, vi auguro un sereno week-end e in bocca al Fantalupo.

Jeux gratuit RoyalCactus !

Tutti i convocati di Catania-Napoli: dentro anche Gomez e Suazo

“Dopo la gara con la Lazio, ho detto che quando si fanno determinate prestazioni contro squadre così importanti per una parte dell’incontro, vuol dire che si può fare lo stesso anche per 95 minuti: è il nostro obiettivo in vista del confronto di domani.
Il Napoli è la squadra più difficile da affrontare, gioca bene e fa giocare malissimo i suoi avversari: non sarà una partita spettacolare, non ci saranno spazi per il bel gioco.
Noi dobbiamo essere cinici e tenere presente che abbiamo di fronte una compagine eccellente per forza fisica, qualità e precisione delle consegne tattiche.
In più, quella guidata da Mazzarri, rispetto alle altre grandi, è una squadra attenta anche a difendersi, non soltanto ad attaccare. L’aspetto atletico sarà determinante, vista la fatica infrasettimanale.
Non credo ad un Napoli distratto dalla Champions: gli azzurri sanno di poter vincere lo scudetto, lo hanno già dimostrato con un atto di forza battendo Inter, Milan ed Udinese, possono giocare su entrambi i fronti perchè hanno la giusta continuità.
Queste le dichiarazioni di Montella nel corso della conferenza stampa alla vigilia di Catania-Napoli, in programma domani pomeriggio al “Massimino”.
Il tecnico rossazzurro conclude ricordando:
“Sono napoletano ma non sono particolarmente emozionato. Forse sarebbe diverso se si giocasse al San Paolo, ora penso semplicemente che quella di domani è per noi la partita più difficile della stagione.”.

La lista dei 28 convocati rossazzurri:

Portieri: 21 Andujar, 30 Campagnolo, 1 Kosicky, 29 Terracciano.

Difensori: 22 Alvarez, 14 Bellusci, 33 Capuano, 6 Legrottaglie, 12 Marchese, 2 Potenza, 3 Spolli.

Centrocampisti: 4 Almiron, 28 Barrientos, 27 Biagianti, 24 Delvecchio, 13 Izco, 8 Ledesma, 16 Llama, 10 Lodi, 5 Paglialunga, 19 Ricchiuti, 20 Sciacca.

Attaccanti: 18 Bergessio, 32 Catellani, 17 Gomez, 7 Lanzafame, 11 Maxi Lopez, 9 Suazo.

Sono 20 i convocati da Mazzarri:

Portieri: De Sanctis, Rosati, Colombo.

Difensori: Aronica, Cannavaro, Fernandez, Fideleff, Grava.

Centrocampisti: Dossena, Dzemaili, Hamsik, Inler, Maggio, Zuniga.

Attaccanti: Cavani, Chavez, Lavezzi, Lucarelli, Mascara, Santana.

Catania-Napoli affidata all’arbitro Celi

Sarà il sig. Domenico Celi di Bari (ex sezione Campobasso) a dirigere Catania-Napoli, gara valida per la 10ª giornata del campionato di serie A, in programma sabato 26 ottobre alle ore 18.
Gli assistenti designati sono: Mauro Tonolini di Milano e Riccardo Di Fiore di Aosta.
Quarto uomo: Paolo Valeri della sezione Roma 2.
Domenico Celi è noto per un Napoli-Catania giocato l’11 gennaio 2009: Morimoto va in gol nei minuti finali del primo tempo ma il direttore di gara fischia contemporaneamente  l’intervallo annullando di fatto la rete. La gara finirà 1-0 con goal di Maggio e in seguito si racconterà di una confusione creata dai due cronometri di Celi e Tommasi, quarto uomo.