Catania, poker alla Lazio: SuperGomez insegna

All’ entrata dei giocatori in campo, il “Massimino” intero sventola fazzoletti bianchi in segno di protesta verso il disonesto arbitraggio nel match contro la Juventus.
Pronti, si parte! Maran opta per un 4-3-3 che si rivelerà micidiale per i capitolini che adottano invece un 4-5-1 camuffato da 4-2-3-1.
Già al 9′ arriva il goal del “Papu” Gomez: stoccata micidiale che arriva là dove il pur bravo Bizzarri non può far nulla.
I rossazzurri non lasciano respirare l’undici di Petkovic proponendosi insistentemente in zona offensiva con le eccellenti irruzioni di Marchese, lo stesso Gomez e Barrientos. In fase difensiva maestosi Spolli e Legrottaglie con un Alvarez che, nonostante l’ammonizione, svolge un ottimo match.
Ennesima incursione rossazzurra con traversone in area laziale: fallo di mano e calcio di rigore battuto magistralmente da Lodi. E’ il 2-0 e siamo ancora al 25′.
Infortunio per Bergessio (da valutare ancora l’entità) e Maran lo sostituisce con Doukara.
Passano quattro minuti e torna in cattedra Gomez infilando la porta avversaria per il 3-0.
C’è anche qualche irruzione laziale ma sia Andujar, sia qualche errore degli avversari, vanificano i tentativi di accorciare le distanze.
Primo tempo che si conclude sul 3-0 e Lazio che si ripresenta con due cambi: Floccari e Brocchi rispettivamente per Hernanes e Cavanda.
Il Catania lascia che sia la Lazio a scoprirsi per poter sfruttare le ripartenze e in più di un’occasione spreca le possibilità di arrotondare. Altre interessantissime parate di Andujar sui vari tentativi d’assalto laziale e al 69′ ci pensa Barrientos a portare il risultato sul 4-0.
Subito dopo, Maran decide di far riposare Gomez e manda in campo Castro: standing ovation per il “Papu”, con tutti gli spettatori che lo incitano all’unisono.
Lo stesso Castro non riesce a sfruttare la palla-goal del 5-0 mentre la Lazio è ormai in debito di ossigeno.
I tre minuti di recupero concessi da Mazzoleni scadono su un calcio d’angolo battuto “a metà” dal Catania e arriva il momento di festeggiare una vittoria rotonda e meritatissima.
Nicola Legrottaglie corre sotto la curva Sud e lancia la maglia ai tifosi; stessa cosa farà Mariano Izco.
Quindici punti in classifica e una trasferta importante a cui pensare: quella di sabato prossimo a Cagliari.
Ma con questo biglietto da visita è lecito aspettarsi grandi cose. Se dovessimo dare un voto al Catania di oggi, senza esagerare, opteremmo per un nove e mezzo collettivo.

Il tabellino del match (4-0)

Marcatori: 9′ Gomez, 25′ rig. Lodi, 29′ Gomez, 69′ Barrientos.

Catania (4-3-3): Andujar; Alvarez, Legrottaglie, Spolli, Marchese; Izco, Lodi, Almiron (64′ Biagianti); Barrientos, Bergessio (26′ Doukara), Gomez (70′ Castro).
A disp.: Frison, Messina, Potenza, Rolin, Capuano, Salifu, Ricchiuti, Morimoto. All: Maran

Lazio (4-2-3-1): Bizzarri; Konko, Biava, Dias, Cavanda (46′ Brocchi); Hernanes (46′ Floccari), Lulic; Candreva, Ledesma, Mauri; Rocchi (70′ Kozak).
A disp.: Carrizo, Guerrieri, Radu, Scaloni, Ciani, Cana, Onazi, Zarate. All: Petkovic

Ammoniti: Alvarez.

Arbitro: Mazzoleni di Bergamo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...