Catania kamikaze: dal 2-0 al 2-3. Palacio salva Stramaccioni

Bergessio porta in vantaggio il Catania (LAPRESSE)

Bergessio porta in vantaggio il Catania (LAPRESSE)

Quella che poteva essere la partita perfetta per il grande salto, si è disgraziatamente trasformata in una disfatta, una sorta di suicidio dei rossazzurri che hanno pagato le troppe occasioni sprecate e le energie messe nel primo tempo.
Proprio nella prima frazione di gioco è arrivato l’uno-due degli etnei con Bergessio che si è preso beffa di Juan Jesus e ha siglato il goal del vantaggio, poi con un colpo di testa di Marchese che ha infilato magistralmente Handanovic.
C’era solo il Catania nel primo tempo, c’era un’Inter irriconoscibile che subiva il forcing rossazzurro, ma c’erano anche troppi palloni sprecati per la troppa fretta di chiudere la partita. E il fatto di non averci messo la giusta calma ha influito, poi, sul risultato finale.
Dopo una ghiottissima occasione con goal mancato da Bergessio, l’Inter riprende forma grazie ai cambi effettuati da Stramaccioni: Palacio per Rocchi e Stankovic per Kuzmanovic.
Sparisce il centrocampo del Catania e, man mano, anche le forze in difesa. Così arriva il goal di Alvarez su cui nulla può Andujar.
Palacio non dà punti di riferimento e gioca a tutto campo: il 2-2 giunge al 70′ proprio con Palacio che raccoglie il cross di Pereira.
Maran, con molto ritardo, fa entrare Almiron al posto di un evanescente Biagianti, ma nonostante gli sforzi generosissimi dei rossazzurri, è l’Inter a chiudere il match al 92′ con un’altra rete di Palacio che salva così anche il posto a uno Stramaccioni ormai inguaiato.
Una sconfitta che brucia, specialmente se si pensa che si poteva archiviare la gara già nel primo tempo. Ma questo è il calcio: sbagli e paghi, poi festeggia chi merita di meno.
Una nota di biasimo per il solito, mediocre Bergonzi che dirige come sempre sotto sudditanza psicologica. Ma non attribuiamo a lui le colpe.
C’è da rimboccarsi le maniche e tornare a giocare “da Catania”. A partire dal prossimo match, dove ci aspetta la Juventus.

Il tabellino del match (2-3)

Marcatori: 7′ Bergessio, 19′ Marchese, 52′ R.Alvarez, 70′ Palacio, 92′ Palacio

Catania (4-2-3-1): Andujar; Alvarez, Spolli, Rolin, Marchese; Lodi, Biagianti (77′ Almiron); Izco, Castro, Gomez; Bergessio (84′ Cani).
A disp.: Frison, Messina, Potenza, Augustyn, Sciacca, Ricchiuti, Salifu, Keko, Doukara. All: Maran

Inter (4-3-3): Handanovic; Zanetti, Juan Jesus, Chivu, Alvaro Pereira; Gargano, Kuzmanovic (46′ Stankovic), Guarin (76′ Cambiasso); Schelotto, Rocchi (46′ Palacio), Alvarez.
A disp.: Carrizo, Di Gennaro, Mbaye, Jonathan, Benassi, Colombi, Pasa, Kovacic. All: Stramaccioni

Ammoniti: P.Alvarez, Rolin, Bergessio, Handanovic, Schelotto, Cani.

Arbitro: Mauro Bergonzi di Genova

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...