Catania record 55 col “Papu”. E la storia continua…

Catania 2012-2013: emozioni incancellabili

Catania 2012-2013: emozioni incancellabili

Emozioni a non finire ieri sera al “Massimino”, a partire dall’atmosfera prepartita, quando già fuori dallo stadio i tifosi si riunivano festeggiando, fino al momento in cui i giocatori rossazzurri hanno salutato il loro pubblico.
Emozioni fortissime per un Catania che entra di prepotenza nella storia grazie a un gruppo solido e continuo, grazie a una società che passo dopo passo e con tanta umiltà ha creduto in un progetto che ogni anno decolla verso obiettivi più sostanziosi. Grazie anche a un tecnico, Rolando Maran, che ha sempre preferito anteporre i fatti alle parole.
Non parleremo del match giocato in questo articolo, non c’è assolutamente bisogno di farlo.
Abbiamo visto tanti fiori sbocciare in rossazzurro, tanti andare via, altri rimanere, altri ancora in fase di “fioritura”.
Parliamo del presente: basti vedere Barrientos, capace di ubriacare un nugolo di difensori tutti insieme. O Gomez, ieri match winner, altro spauracchio dei reparti arretrati nemici. Basti parlare di Castro, in fase di evoluzione come tanti altri.
Tutti, proprio tutti ragazzi che in rossazzurro hanno dato grinta, cuore, costanza, sudore. A volte sono stati criticati per qualche ingenuità o distrazione, ma a chi non è mai capitato?
Questi ragazzi hanno davvero riscritto la storia del Calcio Catania, storia che sembrava essersi arenata negli anni ’60.
Ringraziamoli dunque a partire dai più piccoli (Salifu e Keko) ai più maturi (Lagrottaglie e Almiron) per averci, in questa stagione, fatto sentire ancora più fieri di essere catanesi, di essere rossazzurri, di essere “marca Liotru”.

L’immagine finale del “Massimino”, con gli stessi giocatori che portavano fino al centrocampo l’enorme bandierone celebrativo della stagione, rimarrà impresso nella nostra memoria per sempre e lo tramanderemo ai nostri nipoti. Nella storia, per sempre.
Assieme ai 55 punti arriva anche l’ottavo posto in classifica, ai danni dell’Inter. L’ultimo turno ci vede ospiti a Torino, sponda granata: si può ulteriormente migliorare il bottino acquisito ma, in ogni caso, bisogna sempre gridare: “Bravi, ragazzi!!!”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...