Sofferenza Catania, nuova sconfitta. De Canio bocciato all’unanimità

a.frison

Quella giocata ieri contro la Sampdoria doveva essere la partita dove i rossazzurri avrebbero potuto ricominciare un percorso significativo, invece è andata nello stesso modo. Il solito.
Nessun tiro nello specchi della porta avversaria e squadra che ha dato l’impressione di voler proprio non giocare. Tanto che, alla fine, il migliore dei rossazzurri sarà il portiere Alberto Frison(nella foto) che ha salvato da probabile cappotto la squadra.
Sembrava che nel corso del primo tempo (considerando anche le pesanti assenze) i rossazzurri potessero inventare qualcosa di diverso, ma alla lunga è inevitabile prendere goal barricandosi in attesa di un improbabile contropiede, vista la carenza di spunti e la mancanza di giocatori di spessore, almeno, in un reparto avanzato che sembra più da film horror.
Si rimane con nove punti in classifica, più ultimi che mai, e sabato prossimo arriverà il Verona Hellas al “Massimino”.

Il tabellino del match

Marcatori: 54′ Eder, 76′ Gabbiadini

Sampdoria (4-2-3-1): Da Costa, De Silvestri, Gastaldello, Mustafi, Costa (35′ st Regini), Palombo, Obiang, Gabbiadini, Eder (40′ st Wszolek), Soriano, Pozzi (12′ st Krsticic).
A disp.: Fiorillo, Renan, Rodriguez, Sansone, Bjarnason, Maresca, Eramo, Petagna, Fornasier. All.: Mihajlovic

Catania (5-4-1): Frison, Peruzzi (14′ st Keko), Legrottaglie, Spolli, Gyomber, Biraghi, Castro (25′ st Boateng), Guarente, Plasil, Monzon (14′ st Maxi Lopez), Leto.
A disp.: Andujar, Ficara, Capuano, Freire, Alvarez, Petkovic. All.: De Canio

Arbitro: Domenico Celi di Bari

Ammoniti: Eder, Guarente, Krsticic, Castro.

Consigliamo l’articolo di Armando Ossoria per Repubblica.it
Sampdoria-Catania 2-0, Eder e Gabbiadini regalano la prima gioia a Mihajlovic

“Dopo la vittoria in Coppa Italia sul Verona, i blucerchiati rompono il digiuno in campionato ed escono dalla zona retrocessione. Nella ripresa le due reti che affossano una squadra etnea mai capace di tirare in porta e sempre più ultima in classifica”
(continua a leggere)

La pagella di De Canio secondo i media

Gazzetta dello Sport: De Canio 5. Terzo k.o. di fila e classifica sempre più da allarme rosso, ma non può fare di più con ciò che ha disposizione.

CalcioCatania.com: De Canio 4. Schiera il 5-4-1 previsto alla vigilia, tenendo fuori Andujar e Maxi Lopez. Concede spazio a Leto come prima punta e fiducia in difesa all’argentino Peruzzi. Soffre terribilmente la spinta sulle corsie laterali dei padroni di casa, in modo particolare di Eder devastante sulla destra. La scelta di difendersi per 90 minuti nel tentativo di strappare un punticino non produce nulla di positivo. Alla lunga la sua squadra paga l’aggressività dei blucerchiati e soprattutto il miglior possesso palla dei padroni di casa. I gol di Eder e Gabbiadini spezzano le gambe ad una squadra già a terra con il morale. Si torna al 4-3-3 con dentro Maxi Lopez e Keko. Non un tiro in porta nella ripresa. Nel finale di partita il mister si sveglia dal torpore e striglia i suoi ragazzi.

CataniaToday: De Canio 3. Contro la penultima in classifica entra in campo in assetto super difensivo. Soluzione inefficace che alla lunga si dimostra perdente. Non ha dato la scossa: anonimo.“

Il Sussidiario: De Canio 5. Formazione spuntata e troppo rinunciataria.

Datasport: De Canio 4,5. Troppo rinunciatario il suo Catania. Non riesce a trovare in corsa le soluzioni giuste per cambiare.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...