Archivi del mese: gennaio 2014

Il Catania blocca l’Inter e rischia di vincere

bellusci-inter

Il Catania conquista il primo punto stagionale in trasferta, al “Meazza” contro l’Inter di Mazzarri, sfoderando una prestazione finalmente convincente. Maran si affida al 3-5-2 che risulterà la formula giusta per il proseguimento del campionato.
La sfida interna di domenica prossima contro il Livorno (vittorioso in trasferta sul Sassuolo) sarà la chiave di un’intera stagione.

Ai microfoni di Sky, Francesco Lodi commenta la gara:
“Dobbiamo giocare sempre con questo spirito: solo così possiamo salvarci. Buon punto su un campo difficile, ma domenica dovremo vincere. Rammarico per non aver vinto? Sicuro, è un momento particolare anche per l’Inter. Qualche occasione non sfruttata, ma adesso si guarda avanti con fiducia. La squadra sa di avere qualità e il mio ritorno non c’entra nulla: ora ci aspettiamo uno stadio pieno”.

Il tabellino del match (0-0)

Inter (3-4-2-1): Handanovic; Campagnaro, Rolando, Juan Jesus (80′ Botta); Jonathan, Kuzmanovic (46′ Kovacic), Cambiasso (61′ Taider), Nagatomo; Alvarez, Palacio; Milito.
A disp.: 30 Carrizo, 12 Castellazzi, 23 Ranocchia, 25 Samuel, 6 Andreolli, 4 Zanetti, 16 Mudingayi, 9 Icardi). All.: Mazzarri.

Catania (3-5-2): Frison, Bellusci (66′ Gyomber), Legrottaglie, Rolin, Peruzzi (72′ Almiron), Izco, Lodi, Rinaudo Biraghi, Bergessio, Leto (69′ Castro).
A disp.: 21 Andujar, 35 Ficara, 33 Capuano, 11 Plasil, 27 Guarente, 23 Boateng, 12 Maxi Lopez. All. Maran.

Ammoniti: Rinaudo, Legrottaglie, Kuzmanovic.

Arbitro: Andrea De Marco di Chiavari

L’editoriale di Calciocatania.com
Punto di partenza
“Il commento di Max Licari ricorda a tutti come il buon primo punto esterno conquistato al “Meazza” non costituisca motivo di trionfalismi, ma possa proporsi come un segnale finalmente evidente di quel “risorgimento” psicologico spesso auspicato e finora mai riscontrato. Senza dimenticare che la prossima gara con il Livorno, data la classifica, avrà i connotati della battaglia decisiva: o si fa l’Italia o si muore… e comincia il “tam tam”: TUTTI al “Massimino”!!!
(continua a leggere)

Proponiamo le pagelle di Antonino Bulla per Calciocatania.com
Inter-Catania 0-0: il pagellone rossazzurro

Inter-Catania: le probabili formazioni

inter2014

Inter (3-5-2): Handanovic; Campagnaro, Rolando, Juan Jesus; Jonathan, Kuzmanovic, Cambiasso, Alvarez, Nagatomo; Milito, Palacio.
A disp.: Carrizo, Castellazzi, Ranocchia, Samuel, Andreolli, Zanetti, Taider, Mudingayi, Kovacic, Botta, Belfodil, Icardi. All. Mazzarri.

Catania (4-3-3): Frison; Peruzzi, Spolli, Bellusci, Biraghi; Izco, Lodi, Plasil; Castro, Bergessio, Keko (Leto).
A disp.: Andujar, Ficara, Rolin, Gyomber, Legrottaglie, Capuano, Almiron, Rinaudo, Monzon, Guarente, Leto, Boateng, Maxi Lopez. All. Maran.

Arbitro: Andrea De Marco di Chiavari

Radiocronaca diretta su Radio Cuore,  93.00 Fm per Catania e provincia, domenica 26 gennaio ore 15.

Inter-Catania, 23 rossazzurri convocati. C’è anche Almiron

Al termine di un’intensa seduta d’allenamento, svolta in mattinata a porte chiuse a Torre del Grifo e seguita dalla conferenza pre-gara, il tecnico del Catania Rolando Maran ha convocato 23 giocatori. Rossazzurri a Milano da stasera, in vista della sfida in programma domani alle 15.00 allo stadio “Giuseppe Meazza” contro l’Internazionale Milano Football Club, gara valida per la ventunesima giornata del Campionato Serie A Tim 2013/14 (all’andata, Catania-Inter 0-3: pt 19′ Palacio; st 11′ Nagatomo, 35′ Alvarez).

Questi gli atleti a disposizione:

Portieri –

21 Andujar, 35 Ficara, 1 Frison.

Difensori –

14 Bellusci, 34 Biraghi, 33 Capuano, 24 Gyomber, 6 Legrottaglie, 2 Peruzzi, 5 Rolin, 3 Spolli.

Centrocampisti –

4 Almiron, 19 Castro, 17 Guarente, 13 Izco, 10 Lodi, 8 Plasil, 15 Rinaudo.

Attaccanti –

9 Bergessio, 23 Boateng, 26 Keko, 11 Leto, 12 Lopez.
(dal sito ufficiale)

Calciomercato, rassegna stampa. Giannetti è il nome più accreditato

niccolo_giannetti

A quasi una settimana dalla chiusura del calciomercato di gennaio, si fanno sempre più insistenti le voci sull’acquisto dell’attaccante Niccolò Giannetti, in forza al Siena.
Sul quotidiano web Sienafree.it, intanto, è stato comunicato quanto segue:
Niccolò Giannetti ha rinnovato il contratto con l’Ac Siena fino al 2015. Il responsabile dell’area tecnica della Robur Stefano Antonelli ha dichiarato: “Per noi è un giorno importante, Niccolò merita il nostro riconoscimento perché il rinnovo del contratto è stato un gesto di attaccamento a questi colori e alla città. A nome della Società ringrazio lui e il procuratore Claudio Orlandini per aver capito le nostre esigenze. Il futuro? Ci sono contatti con diverse squadre di Serie A, valuteremo le varie situazioni se ci saranno presupposti reali”.

Rassegna stampa-web: da Andujar ad Abrashi

Il Catania ha due mani su Giannetti, una delle rivelazioni del campionato cadetto. Accordo vicino, praticamente dietro l’angolo: l’attaccante può sbarcare in Sicilia con la formula della compartecipazione. Sembra tutto definitivo, anche in termini di cifre, perché sul piatto sono finiti 1.6 milioni. In più i toscani hanno ingaggiato Plasmati come rinforzo lì davanti. Non si molla l’idea Scocco dell’Internacional. C’è da registrare, inoltre, il grande interesse per il terzino messicano Nilo del Tigres, che però piace a mezza Serie A.
(Tuttosport.com)

Nella giornata di presentazione del neoacquisto Jorginho e della nuova maglia, il mercato regala un’altra importante novità per il Napoli. Il club azzurro ha raggiunto l’accordo con il Catania per Mariano Andujar. L’estremo difensore argentino diventerà nelle prossime ore un nuovo giocatore azzurro secondo quanto riportato da Sky: domani Andujar sosterrà le visite mediche a Castelvolturno.
(Calcio.fanpage.it)

Il Catania lavora anche per il centrocampo. Il nome in cima alla lista è quello di Marco Donadel che non trova spazio nelle gerarchie di Mandorlini. Per questo gli etnei, secondo quanto riportato dai colleghi del Corriere dello Sport, hanno chiesto informazioni al club scaligero. Nei prossimi giorni la trattativa potrebbe subire la decisiva accelerata.
(Calcionews24.com)

Il Catania sta monitorando con attenzione il Grasshoppers: lo rivela il ‘Corriere dello Sport’. Secondo il quotidiano sportivo romano gli etnei avrebbero messo nel mirino Amir Abrashi, centrocampista svizzero di origini albanesi già ribattezzato il ‘nuovo Behrami’.
(Calciomercato.it)

Il Catania attende di piazzare un paio di colpi di mercato, è probabile che gli affari si chiuderanno a ridosso della chiusura. Maran chiede un attaccante, magari può arrivare un esterno offensivo, ma cè un’altra priorità: un centrocampista “rubapalloni”. Difficile prendere il veronese Donadel, i media svizzeri parlano di un interesse rossazzurro per il mediano Abrashi, svizzero di origini albanesi.
Si dice di una trattativa ben avviata con il Grasshoppers per un giocatore che viene battezzato come il nuovo Behrami.
(Corrieredellosport.it)

Verso Inter-Catania: precedenti e news. Arbitra De Marco

Gomez festeggia il goal del 4 marzo 2012 (OLIVIER MORIN/AFP/Getty Images)

Dopo la pessima figura in casa contro la Fiorentina, i rossazzurri si preparano al match in trasferta contro l’Inter. Il tecnico Maran dovrà rinunciare allo squalificato Barrientos e all’ infortunato Alvarez, ma ritrova Lodi e Peruzzi che rientrano dalla squalifica. Buone notizie per Almiron che martedì è tornato ad allenarsi in gruppo.
Per sopperire all’assenza del “Pitu”, Maran potrebbe inserire uno tra Leto e Keko. Ma c’è anche l’ipotesi di fare avanzare Izco.

Frison: “Dobbiamo essere più convinti”
“Dobbiamo credere di più nei nostri mezzi – ha detto il portiere rossazzurro nella conferenza stampa di mercoledì- perchè abbiamo qualità individuali ed un gruppo forte. Cosa mi fa arrabbiare, in questa situazione? Il Catania non riesce a dimostrare quanto vale realmente, noi siamo una squadra ed un collettivo importante, lo abbiamo dimostrato l’anno scorso ed in alcune gare anche quest’anno; dobbiamo essere più convinti, seguire il mister e metterci in carreggiata per la salvezza. Sappiamo che la gara di domenica sarà difficile, l’Inter è una grande squadra ma dobbiamo andare a fare punti, in un modo o nell’altro, per cambiare rotta”.

Inter-Catania: 16 precedenti in A al “Meazza”

Il 21° turno del campionato di Serie A 2013/14, vedrà i rossazzurri impegnati per la 17ª volta contro l’Inter, in terra milanese.
Il bilancio dei 16 precedenti al “Meazza” è nettamente a favore dei nerazzurri: 14 vittorie e 2 pareggi.
Anche il bottino delle reti segnate è molto differente: 47 per l’Inter,  13 per il Catania.

L’ultima sfida a Milano risale al 21 ottobre 2012: finì 2-0 con reti di Cassano e Palacio.

I dettagli

01 mag 1955
Inter–Catania 3-0 (3′ Skoglund, 46′ e 75′ Savioni)

29 gen 1961
Inter–Catania 5-0 (13′ Morbello, 30′ aut. Giavara, 42′ aut. Giavara, 69′ aut. Grani, 81′ aut. Corti)

10 dic 1961
Inter–Catania 1-1 (7′ Guarnieri, 67′ Prenna)

03 feb 1963
Inter–Catania 2-1 (55′ Suarez rig., 75′ Corso, 80′ Petroni)

19 apr 1964
Inter–Catania 4-1 (35′ Battaglia, 43′ e 50′ Petroni, 54′ Mazzola, 83′ Ciccolo)

01 giu 1965
Inter–Catania 5-1 (2′ Rozzoni, 12′ Mazzola, 13′ e 48′ Bedin, 36′ Jair, 72′ Domenghini)

03 ott 1965
Inter–Catania 3-1 (59′ Facchetti, 64′ Facchin, 65′ Bedin, 79′ Mazzola rig.)

29 nov 1970
Inter–Catania 3-2 (2′ e 61′ Boninsegna, 31′ Bernardis, 59′ Achilli, 90′ Bonfanti)

13 mag 1984
Inter–Catania 6-0 (12′ e 13′ Muller, 45′ rig., 59′, 71′, 86′ Altobelli)

14 ott 2006
Inter-Catania 2-1 (16′ Mascara, 29’ e 75’Stankovic)

16 set 2007
Inter-Catania 2-0 (14′ Crespo, 79′ Cesar)

13 set 2008
Inter-Catania 2-1 (42′ Plasmati, 43′ aut. Mascara, 48′ aut. Terlizzi)

24 ott 2009
Inter-Catania 2-1 (12′ Muntari, 31′ Sneijder, 84′  rig.Mascara)

22 mag 2011
Inter-Catania 3-1 (15′ e 48′ Pazzini, 63′ Nagatomo, 66′ Ledesma)

4 mar 2012
Inter-Catania 2-2 (20′ Gomez, 38′ Izco, 71′ Forlan, 80′ Milito)

21 ott 2012
Inter-Catania 2-0 (28′ Cassano, 85′ Palacio)

Sarà il signor Andrea De Marco di Chiavari a dirigerà Inter-Catania, in programma domenica 26 gennaio alle ore 15.00.
Assistenti di linea: Fabrizio Posado (Bari) e Alfonso Marrazzo (Tivoli).
Quarto uomo: Gianluca Cariolato di Legnago.
Arbitri Addizionali: Carmine Russo (Nola) e Michael Fabbri (Ravenna).

Il Catania non esiste, la Fiorentina non infierisce

Matri: doppietta dopo un secolo di digiuno (Sky Sport)

Matri: doppietta dopo un secolo di digiuno (Sky Sport)

Il titolo potrebbe essere la sintesi giusta di un match indecente per i rossazzurri; dall’altra parte una squadra, la Fiorentina, in forma perfetta.
I soliti primi minuti d’avvio che lasciavano pensare finalmente a una gara equilibrata. Invece no. Non appena Pasqual ha scoperta che sulla fascia sinistra esistevano autostrade inesplorate, non ha perso tempo a confezionare i palloni che hanno mandato in goal Fernandez e Matri. 0-3 e tutto nel primo tempo.
Viene da pensare che, nell’intervallo, mister Montella abbia detto ai suoi ragazzi di non infierire ulteriormente altrimenti chissà cos’ altro sarebbe successo.
A inizio ripresa, Maran ha inserito Leto togliendo Rolin. Il mister si sbracciava nonostante i tre goal di svantaggio, invitava i suoi a portarsi in avanti, ma paradossalmente questi si rintanavano in difesa. E così, dalla curva sud, uno spettatore ha gridato ironicamente: “Bergessiooo, ma dove vai! Torna e mettiti in linea con Biraghi!”
In poche parole il Catania ha accusato il k.o. e non ha più saputo rialzarsi mentre i toscani palleggiavano come se si trattasse di un normalissimo allenamento.
Squadra contestata e fischiata per tutta la ripresa con cori che incitavano i rossazzurri ad “andare a lavorare”.
-“Non possiamo dare torto ai tifosi- ha dichiarato Maran nel postpartita- perchè è normale contestare quando la tua squadra è all’ultimo posto in classifica. Faremo di tutto per riconquistarli”-.
Se è vero che la matematica non ci condanna e il campionato è ancora lungo, è anche palese che giocando così non si va da nessuna parte. Anzi, si va dritti in cadetteria.
E non è certo colpa del tecnico. Forse nemmeno di un esorcista. Ma nonostante tutto, noi catanesi “crediamo di crederci ancora”: l’ottimismo non è stato ancora tassato, perciò…

Il tabellino del match (0-3)

Marcatori: 25′ Mati Fernandez, 28′ Matri, 41′ Matri

Catania (4-3-3): Frison; Bellusci, Rolin (46′ Leto), Spolli, Biraghi; Izco, Rinaudo (78′ Guarente), Plasil; Barrientos, Bergessio, Castro (72′ Leto).
A disp.: Andujar, Ficara, Legrottaglie, Gyomber, Capuano, Monzon, Boateng, Maxi Lopez. All.: Rolando Maran.

Fiorentina (4-3-3): Neto; Tomovic (46′ Roncaglia), Gonzalo Rodriguez, Savic, Pasqual; Mati Fernandez, Pizarro, Borja Valero (72′ Ambrosini); Cuadrado, Matri (46′ Matos), Vargas.
A disp.:: Rosati, Compper, Bakic, Aquilani, Vecino, Wolski, Ilicic, Joaquin, Rebic. All.: Vincenzo Montella.

Ammoniti: Rinaudo, Rodriguez, Barrientos.

Arbitro: Luca Banti di Livorno.

Il match raccontato da Jacopo Manfredi per Repubblica.it
Catania-Fiorentina 0-3, Matri lascia subito il segno
“Con un gol di Mati Fernandez e una doppietta dell’ultimo arrivato, i viola travolgono gli etnei e si portano a -3 dalla zona Champions. Gara senza storia, dominata dagli ospiti. La squadra siciliana è in evidente crisi di personalità”.
(continua a leggere)

Questa settimana abbiamo scelto le pagelle di Antonino Bulla per CalcioCatania.com
Catania-Fiorentina 0-3: il pagellone rossazzurro
(continua a leggere)

Catania-Fiorentina: convocati e probabili formazioni

cataniafiorentina2014

Rolando Maran ha convocato 23 rossazzurri per il match di domani contro la Fiorentina.
Presenti anche Bellusci e Maxi Lopex, entrambi con grandi chances di poter giocare.
Per quanto riguarda il reparto avanzato, sembra che Keko sia preferito a Castro per coadiuvare Barrientos e Bergessio.

Portieri: 21 Andujar, 35 Ficara, 1 Frison.

Difensori: 14 Bellusci, 34 Biraghi, 33 Capuano, 24 Gyomber, 6 Legrottaglie, 18 Monzon, 5 Rolin, 3 Spolli.

Centrocampisti: 28 Barrientos, 19 Castro, 17 Guarente, 13 Izco, 8 Plasil, 15 Rinaudo.

Attaccanti: 9 Bergessio, 23 Boateng, 26 Keko, 11 Leto, 12 Lopez, 32 Petkovic.

Le probabili formazioni

Catania (4-3-3): Frison; Rolin, Gyomber (Legrottaglie), Spolli, Biraghi; Izco, Rinaudo, Plasil; Barrientos, Bergessio, Keko (Castro).
A disp.: 21 Andujar, 35 Ficara, 6 Legrottaglie, 14 Bellusci, 33 Capuano, 18 Monzon, 27 Guarente, 18 Castro, 11 Leto, 12 Lopez, 23 Boateng. All.: Maran.

Fiorentina: (3-5-1-1): Neto; Tomovic, Rodriguez, Savic; Cuadrado, Aquilani, Pizarro, Borja Valero, Pasqual; Ilicic; Matri.
A disp.: 25 Rosati, 12 Lupatelli, 40 Tomovic, 5 Compper, 21 Ambrosini, 66 Vargas, 14 Fernandez, 18 Vecino, 27 Wolski, 72 Ilicic, 30 Matos, 9 Rebic. All.:Montella.

Arbitro: Luca Banti di Livorno