Archivi del mese: settembre 2014

Giudice sportivo: squalifica per Gyomber e Monzon, multa da 20.000 euro al Catania

gsportIl Giudice Sportivo avv. Emilio Battaglia, assistito da Stefania Ginesio e dal Rappresentante dell’A.I.A. Carlo Moretti, nel corso della riunione del 30 settembre 2014, ha assunto le decisioni qui di seguito riportate.
Gli importi delle ammende comprese quelle irrogate ai tesserati di cui al presente Comunicato saranno addebitati sul conto campionato delle società.

COMUNICATO UFFICIALE N. 25 DEL 30 settembre 2014
In base alle risultanze degli atti ufficiali si deliberano i provvedimenti disciplinari che seguono, con riserva dell’assunzione di altre eventuali decisioni, in attesa del ricevimento degli elenchi di gara.

SOCIETA’- Il Giudice sportivo, premesso che in occasione delle gare disputate nel corso della sesta giornata andata sostenitori delle Società Avellino, Bari, Bologna e Modena hanno, in violazione della normativa di cui all’art. 12 comma 3 CGS, introdotto nell’impianto sportivo ed utilizzato esclusivamente nel proprio settore materiale pirotecnico di vario genere (petardi, fumogeni e bengala); considerato che nei confronti delle Società di cui alla premessa ricorrono congiuntamente le circostanze di cui all’art. 13, comma 1. lett. a) b) ed e) CGS, con efficacia esimente, delibera di non adottare provvedimenti sanzionatori nei confronti delle Società di cui alla premessa in ordine al comportamento dei loro sostenitori.
Ammenda di € 20.000,00 : alla Soc. CATANIA per avere suoi sostenitori, nel corso della gara, lanciato alcuni petardi nel recinto di giuoco che causavano lievi lesioni a due stewards; per avere inoltre, acceso alcuni fumogeni nel proprio settore; sanzione attenuata ex art. 14 comma 5, in relazione all’art. 13 lettera b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le forze dell’ordine a fini preventivi e di vigilanza.
Ammenda di € 3.000,00 : alla Soc. VIRTUS LANCIANO per avere suoi sostenitori, lanciato nel recinto di giuoco tre fumogeni e acceso alcuni fumogeni nel proprio settore; sanzione attenuata ex art. 14 n. 5 in relazione all’art. 13, comma 1 lett. a) e b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le forze dell’ordine a fini preventivi e di vigilanza.

CALCIATORI ESPULSI– SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA:
BARILLA’ Antonino (Trapani): per avere, al 45° del secondo tempo, assunto un atteggiamento irrispettoso nei confronti dell’Arbitro.
CUTOLO Aniello (Livorno): per avere, al termine della gara, sul terreno di giuoco, assunto un atteggiamento irrispettoso nei confronti del Direttore di gara.
GYOMBER Norbert (Catania): doppia ammonizione per comportamento scorretto nei confronti di un avversario.
MUSACCI Gianluca (Frosinone): per essersi reso responsabile di un fallo grave di giuoco.
OLIVERA DA ROSA Ruben Ariel (Brescia): doppia ammonizione per comportamento scorretto nei confronti di un avversario.
SCIACCA Francesco Fabio (Vicenza): doppia ammonizione per comportamento scorretto nei confronti di un avversario.
SIGNORINI Andrea (Cittadella): doppia ammonizione per comportamento non regolamentare in campo e per comportamento scorretto nei confronti di un avversario.

CALCIATORI NON ESPULSI– SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA:
MONZON Luciano Fabian (Catania): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quarta sanzione).
PER PROTESTE NEI CONFRONTI DEGLI UFFICIALI DI GARA – AMMONIZIONE ED AMMENDA DI € 1.000,00 (PRIMA SANZIONE):
COMOTTO Gianluca (Perugia): sanzione aggravata perché capitano della squadra.

AMMONIZIONE PRIMA SANZIONE:
BIAGIANTI Marco (Livorno) CIARAMITARO Maurizio (Trapani) PER COMPORTAMENTO SCORRETTO NEI CONFRONTI DI UN AVVERSARIO AMMONIZIONE CON DIFFIDA (TERZA SANZIONE): BOTTA Stefano (Virtus Entella) BREZOVEC Josip (Spezia) CALDERONI Marco (Bari) CIONEK THIAGO Rangel (Modena) DOS SANTOS MACHADO Claiton (Crotone) LIGI Alessandro (Bari) RIGONI Nicola (Cittadella) SUAGHER Emanuele (Carpi) AMMONIZIONE SECONDA SANZIONE:
BROSCO Riccardo (Latina) BUDEL Alessandro (Brescia) CALAPAI Luca (Modena) CAPPELLETTI Daniel (Cittadella) CISOTTI Juri (Spezia) DATKOVIC Niko (Spezia)
DE VITO Andrea (Varese) DEZI Jacopo (Crotone) DONATI Massimo (Bari) FERRI Michele (Pro Vercelli) GERARDI Federico (Cittadella) GESSA Andrea (Frosinone) LETO Sebastian (Catania) MADONNA Nicola (Spezia) MANFRIN Gianni (Modena) MECCARIELLO Biagio (Ternana) MORETTI Federico (Vicenza) NADAREVIC Enis (Trapani) NIZZETTO Luca (Modena) POLI Fabrizio (Carpi) PORCARI Filippo (Carpi) PUCINO Raffaele (Pescara) STRUNA Aljaz (Carpi) VITALE Luigi (Ternana) VOLPE Gennaro (Virtus Entella)
PRIMA SANZIONE:
APPELT PIRES Gabriel (Pescara) BUSELLATO Massimiliano (Cittadella) COMI Gianmario (Avellino) CONTI Andrea (Virtus Lanciano) CONTINI Matteo (Bari) DAI Antonino (Trapani) FALLETTI DOS SANTO Cesar Alejandro (Ternana) OIKONOMOU Marios (Bologna) PESOLI Emanuele (Pescara) ROMIZI Marco Augusto (Bari) TROIANO Michele (Virtus Entella) VIVIANI Federico (Latina) ZAMBELLI Marco (Brescia) ZECCHIN Gianpietro (Varese) ZUCULINI Franco (Bologna)
PER COMPORTAMENTO NON REGOLAMENTARE IN CAMPO AMMONIZIONE SECONDA SANZIONE:
CALAIO’ Emanuele (Catania) CASTIGLIA Luca (Pro Vercelli) THIAM Mame Baba (Virtus Lanciano)
PRIMA SANZIONE:
PETAGNA Andrea (Latina) SCHIAVONE Andrea (Modena)

ALLENATORI- AMMONIZIONE CON DIFFIDA:
DI GAETANO Francesco (Trapani): per avere, al 14° del secondo tempo, contestato platealmente l’operato arbitrale.
NOVELLINO Walter Alfredo (Modena): per essere, al 41° del secondo tempo, uscito dall’area tecnica; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale; recidivo.

AMMONIZIONE: BOSCAGLIA Rocco (Trapani): per essere, al 42° del secondo tempo, uscito dall’area tecnica; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale.

DIRIGENTI- AMMONIZIONE CON DIFFIDA:
DI MENNO Claude (Virtus Lanciano): per avere, al 35° del secondo tempo, contestato platealmente l’operato arbitrale; infrazione rilevata da un Assistente.
MEDICI- AMMONIZIONE:
MAZZARELLA Giuseppe (Trapani): per avere, al termine del primo tempo, negli spogliatoi, assunto un atteggiamento irrispettoso nei confronti dell’Arbitro.

Annunci

Serie B: risultati e classifica 6ª giornata. Prossimo turno

logo-serie-bDopo il posticipo Lanciano-Bari, finito 1-1, si completa il quadro della 6ª giornata del campionato cadetto.
Sette vittorie interne e quattro pareggi. Nessuna vittoria esterna. Le reti segnate sono 25, di cui 7 nella sfida Varese-Trapani (5-2).
Il Perugia continua a mantenere la testa della classifica, tallonato dall’Avellino. In zona play off troviamo: Pro Vercelli, Bologna, Frosinone, Ternana, Carpi e Modena con il Trapani incollato al gruppone a 9 punti.
La vittoria sul Pescara consente al Catania di inserirsi nel gruppo delle squadre con 6 punti (Vicenza, Crotone e Varese) e a cancellare lo zero dalla casella “vittorie” lasciando proprio il Pescara (adesso ultimo) con nessuna vittoria.
Nella classifica dei marcatori salgono Calaiò e Rosina (3 reti) insidiando la coppia di testa formata da Castaldo (Avellino) e Cerri (Lanciano) con 4 reti.
Sabato prossimo, i rossazzurri di mister Sannino andranno in trasferta a Frosinone.

I risultati della 6ª giornata
Avellino-Livorno 2-1
Bologna-Cittadella 1-0
Catania-Pescara 2-1
Crotone-Vicenza 0-0
Latina-Ternana 1-1
Modena-Spezia 2-0
Perugia-Brescia 1-0
Pro Vercelli-Frosinone 1-1
Varese-Trapani 5-2
Virtus Entella-Carpi 2-0
Virtus Lanciano-Bari 1-1

La classifica
Perugia 14
Avellino 11
Pro Vercelli, Bologna 10
Frosinone, Ternana, Carpi, Modena, Trapani 9
Bari, Livorno 8
Latina, Cittadella, Virtus Lanciano, Spezia, 7
Vicenza, Crotone, Catania, Varese 6
Virtus Entella, Brescia 5
Pescara 3

Marcatori rossazzurri
3 reti: Rosina, Calaiò
2 reti: Martinho

Le gare della 7ª giornata (4 ottobre)
Bari-Modena
Brescia-Varese
Carpi-Pro Vercelli
Cittadella-Virtus Lanciano
Frosinone-Catania
Livorno-Crotone
Pescara-Virtus Entella
Spezia-Perugia
Ternana-Avellino
Trapani-Latina
Vicenza-Bologna

Catania-Pescara 2-1: prima vittoria con tanta fatica. Decidono Rosina e Calaiò

Rosina_10Alessandro Rosina si è procurato il rigore dopo appena 55 secondi

Serie B: finalmente Catania, Pescara battuto 2-1
I rossazzurri centrano la prima vittoria in campionato: al Massimino decidono le reti di Rosina (rigore) e Calaiò, agli abruzzesi non basta Melchiorri
(continua a leggere su Sportmediaset)

Il tabellino del match

Marcatori: 1′ rig. Rosina, 20′ Melchiorri, 51′ Calaiò

Catania (4-3-3): Anania; Peruzzi, Spolli, Gyömber, Monzon; Capuano, Jankovic(54′ Leto), Martinho; Rosina, Calaiò, Castro (92′ Sauro).
A disp.: Ficara, Parisi, Escalante, Garufi, Marcelinho, Cani, Aveni. Allenatore: Sannino

Pescara (4-3-3): Fiorillo; Pucino, Pesoli, Zuparic, Zampano; Guana, Bjarnason, Appelt Pires; Politano (84′ Pogba), Melchiorri (81′ Sowe), Caprari (73′ Pasquato).
A disp.: Aresti, Cosic, Boldor, Grillo, Nielsen, Lazzari. Allenatore: Baroni

Ammoniti: Pesoli, Gyomber, Calaiò, Monzon, Appelt Pires, Leto, Pucino.

Espulso: Gyomber al 90′

Arbitro: Ghersini di Genova

Catania-Pescara: scontro fra ultime. Probabili formazioni

cataniapescara14Al “Massimino” sarà un Catania-Pescara più che importante, considerando che le due squadre occupano l’ultimo posto in classifica, dopo le gare del sabato che legittimano sempre più il primato del Perugia, ma soprattutto il distacco di quelle squadre che erano in “coabitazione” o addirittura sotto ai rossazzurri.
Diventa così un obiettivo indiscutibile conquistare la vittoria per ricompattare la classifica. Contro il Crotone si era già vista l’opera di Sannino, con la sola sfortuna di essere raggiunti a 30 secondi dalla fine su rigore. Bisogna anche imparare a saper chiudere le partite, e questo non avviene da troppo tempo. Oggi si presenta una nuova occasione: chissà se un nuovo tentativo possa finalmente portare quella vittoria che città e tifosi meritano.

Ancora in emergenza il centrocampo di mister Sannino con le assenze di Almiron, Rinaudo, Calello e Chrapek: nel probabile 4-2-3-1 prenderà posto nuovamente Capuano insieme a Jankovic.
Il tecnico Baroni sarà invece privo di Maniero il cui posto verrà preso probabilmente da Pasquato.

Probabili formazioni

Catania (4-2-3-1): Anania, Peruzzi, Spolli, Gyomber, Monzon; Jankovic, Capuano; Castro, Martinho, Rosina; Calaiò
A disp.: Ficara, Parisi, Sauro, Escalante, Garufi, Leto, Marcelinho, Cani, Aveni. All. Sannino

Pescara (4-3-3): Fiorillo; Pucino, Pesoli, Zuparic, Grillo; Nielsen, Bjarnason, Guana; Politano, Melchiorri, Pasquato.
A disp.: Aldegani, Boldor, Cosic, Zampano, Gabriel Appelt, Lazzari, Pogba, Sowe, Caprari. All. Baroni

Arbitro: Davide Ghersini di Genova

La classifica dopo le gare disputate ieri
Perugia 14
Avellino 11
Pro Vercelli, Bologna 10
Frosinone, Ternana, Carpi, Modena, Trapani 9
Livorno 8
Bari, Latina, Cittadella, Spezia, 7
Vicenza, Crotone, Virtus Lanciano, Varese 6
Virtus Entella, Brescia 5
Catania, Pescara 3

Catania-Pescara, 20 convocati: c’è Aveni. Sannino: “Serve un acuto”

sannino-cstampa“Non faccio proclami, dobbiamo tirare fuori quello che ancora non è stato tirato fuori e che i nostri tifosi si aspettano, dobbiamo correre e stare vicini, serve un acuto per conquistare tre punti ma è fondamentale mantenere l’equilibrio”.
Sono le dichiarazioni di Sannino in conferenza stampa, in vista del match di domani (ore 18) al “Massimino contro il Pescara.
Con le vittorie odierne del Varese sul Trapani e dell’Entella sul Carpi, il Catania si ritrova ultimo in classifica proprio insieme al Pescara. Diventa dunque fondamentale conquistare i tre punti per non rimanere nel fondo della classifica.
Il tecnico rossazzurro ha convocato 20 giocatori escludendo Almiron e inserendo Aveni, alla sua prima convocazione stagionale.
“Almiron? Non illudiamo nessuno, non è disponibile! Quando verrà convocato ci potrà dare una mano, adesso evitiamo di parlare delle sue condizioni””-ha concluso Sannino.

La lista dei convocati

Portieri: 26 Anania, 12 Ficara.

Difensori: 24 Capuano, 23 Gyomber, 18 Monzon, 28 Parisi, 2 Peruzzi, 15 Sauro, 3 Spolli.

Centrocampisti: 19 Castro, 8 Escalante, 13 Garufi, 27 Jankovic, 6 Martinho.

Attaccanti: 29 Aveni, 9 Calaiò, 17 Çani, 11 Leto, 7 Marcelinho, 10 Rosina.

Catania-Pescara: precedenti in B. Dirige Ghersini

ghersiniQuella di domenica 28 settembre (ore 18) sarà l’undicesima sfida in terra etnea tra le due squadre nel campionato cadetto.
Catania-Pescara fa registrare dieci precedenti col seguente bilancio: quattro vittorie dei rossazzurri, cinque pareggi, una sola sconfitta.
Questi i dettagli:

1975/76: Catania-Pescara 1-1
1976/77: Catania-Pescara 0-0
1980/81: Catania-Pescara 0-1
1981/82: Catania-Pescara 1-1
1984/85: Catania-Pescara 0-0
1985/86: Catania-Pescara 1-1
1986/87: Catania-Pescara 1-0
2003/04: Catania-Pescara 2-0
2004/05: Catania-Pescara 2-1
2005/06: Catania-Pescara 3-0

Il Pescara, con tre punti, condivide la penultima posizione in classifica con Catania e Varese.
Insieme a Catania e Virtus Entella non ha ancora vinto in questa stagione e ha la stessa differenza reti dei rossazzurri: sei segnate, otto subite.

Risultati 5ª giornata
Spezia-Carpi 1-2
Brescia-Virtus Lanciano 1-1
Cittadella-Pro Vercelli 1-2
Crotone-Catania 1-1
Frosinone-Avellino 0-0
Livorno-Varese 1-0
Modena-Perugia 0-0
Pescara-Latina 1-1
Ternana-Bologna 0-1
Trapani-Virtus Entella 2-2
Vicenza-Bari 1-0

La classifica
Perugia 11
Pro Vercelli, Carpi, Trapani 9
Frosinone, Ternana, Avellino, Livorno 8
Cittadella, Bari, Spezia, Bologna 7
Latina, Modena, Virtus Lanciano 6
Crotone, Vicenza, Brescia 5
Catania, Pescara, Varese 3
Virtus Entella 2

Marcatori rossazzurri
2 reti: Martinho, Rosina, Calaiò

A dirigere Catania-Pescara sarà il signor Davide Ghersini di Genova (nella foto).
Assistenti di linea: Damiano Di Iorio (Verbania) – Enrico Caliari (Legnago).
Quarto ufficiale: Francesco Paolo Saia (Palermo).
Osservatore arbitrale: Antonino Alesi (Agrigento).

Crotone-Catania (1-1): formazioni e tabellino

crotone-cataniaAncora in emergenza i rossazzurri per le tante assenze, a partire dal centrocampo privo di Rinaudo e Calello, con Almiron non ancora al meglio ma comunque convocato da Giuseppe Sannino.
Nel 4-3-3, in mediana, potrebbe prendere posto Escalante accanto a Capuano e Martinho. Anche in difesa c’è un ballottaggio Sauro/Peruzzi, mentre il reparto avanzato sembra deciso con Rosina, Castro e Calaiò.
Non è escluso qualche cambiamento dell’ultimo istante con l’eventuale inserimento di Marcelinho che cambierebbe l’assetto della formazione.

Il tabellino del match

Marcatori: 25′ Calaiò, 92′ rig. Ciano

Crotone (4-3-3): Caio; Zampano, Ferrari, Claiton, Modesto (32′ Balasa); Maiello, Dezi, Suciu (71′ Padovan); Ciano, Beleck, De Giorgio (46′ Oduamadi).
A disp.: Bajza, Cremonesi, Galardo, Minotti,  Salzano,  Torregrossa. All.: Drago

Catania (4-3-3): Anania; Peruzzi, Gyomber, Spolli, Monzon; Capuano, Jankovic (72′ Almiron),  Martinho (80′ Garufi); Rosina (86′ Sauro), Calaiò, Castro.
A disp.: Ficara,  Escalante, Marcelinho, Leto, Cani, Parisi. All.: Sannino.

Arbitro: Luca Pairetto di Nichelino

Ammoniti: Castro, Ferrari, Capuano, Beleck, Monzon, Claiton, Spolli, Peruzzi