Archivi tag: fiorentina sampdoria

Catania-Lazio 1-1: il video. Risultati e classifica 4a giornata Serie A

Catania (4-3-2-1): Andujar, Potenza, Silvestre, Spolli, Capuano, Delvecchio (66′ Ricchiuti), Carboni, Biagianti (81′ Plasmati), Mascara, Martinez (81′ st Izco), Morimoto.
A disp: Campagnolo, Bellusci, Llama, Augustyn. All. Atzori
Lazio (4-3-1-2): Muslera, Lichtsteiner, Diakite, Siviglia, Kolarov, Maur, Baronio, Matuzalem (79′ Cribari), Meghni (46′ st Cruz), Foggia (70′ st Perpetuini), Zarate.
A disp: Bizzarri, Inzaghi, Radu, Del Nero. All. Ballardini
Arbitro: Sig. Emidio Morganti
Marcatori: 12′ Martinez,  57′ Cruz

Secondo Ballardini è un punto d’oro per la Lazio, secondo gli incontentabili è un punto che va stretto al Catania.
Mi sento di dare ragione al tecnico laziale che ha dovuto subire gli assalti di una squadra quasi “in formissima” e che ha giocato il tutto per tutto pur di accaparrarsi il bottino pieno.
Complice l’inaspettata resurrezione del “Malaka” Martinez, migliore in campo, che sembrava avere ingerito peperoncino di Cayenna in dosi massicce e dal quale sono partiti palloni al fosforo, di quelli che (per intenderci) vengono giocati cerebralmente.
L’attaccante uruguagio segna anche la rete dell’ 1-0 infilando dalla distanza un destro che trafigge Muslera sotto l’incrocio dei pali. Da sottolineare il bel dialogo con Morimoto.
La reazione della Lazio è timida e passa dalle giocate di Foggia. Poi, all’inizio della ripresa, Cruz sostituisce Meghni e dopo dodici minuti realizza il pareggio di testa su assist di Foggia.
Negli spalti alcuni tifosi contestano il tecnico Atzori ma il Catania reagisce creando occasioni nitidissime con Potenza (palla a fil di palo), Martinez (palo pieno) e Morimoto (il suo quasi goal a Muslera battuto viene respinto da Lichtsteiner in scivolata).
Delvecchio (sostituito solo al 66′) e Mascara in giornata “no”. Nel finale c’è spazio per Plasmati e Izco che sostituiscono Biagianti e Martinez ma senza alcun profitto a livello tattico.

Qualche sbavatura a livello individuale, qualche errore tecnico ma prestazione collettiva decisamente superiore alle precedenti.
Cerchiamo dunque di vedere il bicchiere mezzo pieno in virtù del fatto che i progressi del gruppo si notano e che con un pizzico di fortuna in piu’ oggi saremmo a tre punti in classifica.
Per i nostri ragazzi è in vista la trasferta di Bergamo, mercoledì, contro un’Atalanta molto più inguaiata che ha dovuto esonerare il tecnico Gregucci facendo arrivare Antonio Conte. I tre punti non sarebbero utopia.

Le altre partite

Negli anticipi di sabato, il Napoli viene bloccato sullo 0-0 dall’Udinese, la Juventus vince con qualche difficoltà contro il Livorno.
Straordinari i poker di Bari (grazie al rientro di Barreto) e Sampdoria a spese di Atalanta e Siena. Il Chievo ridimensiona il Genoa battendolo per 3-1, altro tonfo del Palermo a Parma (decide l’ex Zaccardo), l’Inter vince a Cagliari con doppietta di Milito, la Roma supera la Fiorentina grazie alla doppietta di Totti e al goal di De Rossi.
Samp e Juve in tentativo di fuga e mercoledì sera ci saranno tre partite importantissime per il vertice della classifica: Fiorentina-Sampdoria, Genoa-Juventus, Inter-Napoli.

Risultati 4a giornata

Napoli-Udinese 0-0
Juventus-Livorno 2-0
Bari-Atalanta 4-1
Cagliari-Inter 1-2
Catania-Lazio 1-1
Chievo-Genoa 3-1
Milan-Bologna 1-0
Parma-Palermo 1-0
Sampdoria-Siena 4-1
Roma-Fiorentina 3-1

La classifica dopo la 4a giornata

Juventus e Sampdoria  12
Inter 10
Genoa 9
Parma, Fiorentina, Lazio e Milan 7
Bari, Chievo e Roma 6
Udinese 5
Palermo e Napoli 4
Siena 3
Bologna e Livorno 2
Catania e Cagliari 1
Atalanta 0

(Master Rush)

Annunci