Archivi tag: jorge martinez

Mihajlovic: “A Cagliari vincerà chi sbaglierà di meno”

Le ultime da Cagliari

Il Cagliari dei nazionali Marchetti e Cossu, oltre a possedere un gioco tra i più interessanti del campionato, può vantare uno score di tutto rispetto in casa.
La squadra di Allegri, al Sant’Elia, non perde dal 4 ottobre (1-2 col Chievo) e ha complessivamente collezionato sette vittorie, tre pareggi, tre sconfitte.
In trasferta, per i sardi, racimolati 14 punti, frutto di 4 vittorie e 2 pareggi.
Nelle due ultime gare il Cagliari ha perso del terreno: sconfitte a Chievo (2-1) e sconfitta nel recupero a Udine (2-1) ma rimane sempre in piena corsa per un piazzamento in zona Europa League.
Il centrocampista Dessena, autore del momentaneo pareggio dell’ultimo Catania-Cagliari( 2-1) sarà assente  per infortunio così come Pisano e Marzoratti.
Le ultime da Catania

Nel Catania non ce la fa Spolli il cui posto verrà preso da Potenza, mentre Terlizzi sostituirà lo squalificato Alvarez.
E’ probabile l’inserimento di Mascara come titolare al posto di Martinez che potrà rifiatare dopo l’impegno con la sua nazionale ma che ( nel caso di questa ipotesi) entrerà sicuramente a partita in corso.
Sinisa Mihajlovic potrebbe optare per una sorta di 4-3-3 con Andujar tra i pali, difesa con Potenza e Capuano laterali, Silvestre e Terlizzi centrali, mediana con Izco, Biagianti e Ricchiuti, in avanti Mascara e Llama con Maxi Lopez leggermente più avanzato.

L’intervista a Mr. Sinisa

Nella conferenza stampa di oggi, lo stesso tecnico rossazzurro ha parlato dell’ avversario:
“Se mi trovassi al posto del tecnico dei sardi farei di tutto per provare ad andare in Uefa. Certamente loro arriveranno al match di domani più sereni rispetto a noi. Come tutte le squadre anche il Cagliari proverà ad attaccarci subito per passare in vantaggio e gestire la gara. Noi cercheremo di metterli subito in difficoltà e di imporre il nostro gioco. Chi sbaglierà meno vincerà la partita”.

Poi ha parlato delle condizioni di alcuni giocatori etnei:
“I giocatori che sono tornati dalle rispettive Nazionali stanno bene. Bellusci è un po’ stanco. Martinez si è allenato normalmente, ho temuto per una botta che ha ricevuto al polpaccio ma per fortuna sta bene. Terlizzi è un giocatore importante con esperienza e personalità, ha giocato in passato anche in Nazionale ed è stato bravo ad allenarsi e a farsi trovare pronto per l’occasione”.

E infine, qualche parola sul Catania-Inter, subito dopo il Cagliari:
“Giocare di venerdì è un’ anomalia sia per il Catania che per l’Inter: ci sarà meno tempo per preparare la partita. Loro devono giocare poi martedì in Champions League che credo sia più importante”.

I 20 convocati rossazzurri:

Portieri
21 Andujar, 30 Campagnolo, 1 Kosicky.
Difensori
18 Augustyn, 33 Capuano, 2 Potenza, 6 Silvestre, 23 Terlizzi.
Centrocampisti
27 Biagianti, 5 Carboni, 4 Delvecchio, 13 Izco, 8 Ledesma, 16 Llama, 17 Moretti, 19 Ricchiuti.
Attaccanti
25 Martinez, 7 Mascara, 11 Maxi Lopez, 15 Morimoto.

Annunci

Atalanta-Catania: i numeri,le formazioni.Radiocronaca diretta Radio Sis.

Provaci ancora, Malaka!

Provaci ancora, Malaka!

Atalanta-Catania, mercoledì 23 settembre 2009. Ore 20,45.

I dieci precedenti a Bergamo in serie A sono decisamente a favore dell’ Atalanta che vanta 6 vittorie e 4 pareggi. Catania, dunque, mai vittorioso allo stadio “Atleti Azzurri d’Italia”.
Abissale anche il divario in fatto di reti: 16 per gli orobici, 3 per gli etnei.
Ma in questo match che si gioca in turno infrasettimanale e in orario serale, con Antonio Conte appena subentrato al tecnico Gregucci, l’imprevedibile è d’obbligo.
Ecco, nel dettaglio, le dieci partite disputate a Bergamo:

24 apr 1955
Atalanta–Catania 4-0 (31′ Rasmussen, 37′ Annovazzi, 70′ Lenuzza, 87′ Rasmussen)

19 feb 1961
Atalanta–Catania 1-0 (45′ aut. Zannier)

04 mar 1962
Atalanta–Catania 3-0 (22′ Maschio rig., 54′ Da Costa, 71′ Olivieri)

05 mag 1963
Atalanta–Catania 0-0

14 set 1963
Atalanta–Catania 3-0 (12′ Domenghini, 17′ Magistrelli, 72′ Domenghini)

22 nov 1964
Atalanta–Catania 0-0

26 dic 1965
Atalanta–Catania 3-2 (16′ e 5’′ Hitchens, 62′ Petroni, 73′ Nova, 82′ Facchin)

27 gen 2007
Atalanta-Catania 1-1 (30′ Zampagna, 88′ Morimoto)

22 mar 2008
Atalanta-Catania 0-0

01 feb 2009
Atalanta-Catania 1-0 (24′ Guarente)

Qui Bergamo

Conte schiererà quasi certamente la coppia Doni-Acquafresca in attacco. In mediana il solito Guarente (che segnò il gol decisivo lo scorso campionato) con Padoin e l’ex Caserta.
Difesa a quattro con i quasi certi Garics, Bianco, Bellini e Manfredini.
Assenze importanti: Ferreira Pinto, Barreto, Madonna.

Qui Catania

Atzori sembra optare per un pungente 4-2-3-1 con Mascara, Martinez e Ricchiuti subito dietro Morimoto.
A riposo Delvecchio, i centrali di mediana saranno Biagianti e Carboni. In difesa Bellusci sembra essere preferito a Spolli e sarà affiancato da Silvestre. Potenza e Capuano sulle fasce, andranno a spingere in avanti.
In piena ripresa Ledesma che prestissimo darà il suo prezioso contributo.

L’arbitro designato è Andrea De Marco di Chiavari che sarà coadiuvato dai guardalinee Luca Segna di Roma e Giuseppe Stallone di Foggia e dal quarto ufficiale Daniele Doveri di Roma.

Radiocronaca diretta Radio Sis

Catania-Sampdoria: i precedenti al Massimino

numbersAllo stadio “Massimino”, nel campionato di serie A, Catania e Sampdoria si sono incontrati 12 volte. Domenica prossima sarà la 13ma sfida.
Il bilancio è favorevole ai rossazzurri con 7 vittorie, 1 pareggio, 4 sconfitte.
L’ultima vittoria dei blucerchiati risale al febbraio del 1971. L’unico pareggio è stato nel settembre del 1983.
Sono 21 le reti segnate dal Catania, 16 quelle della Sampdoria.
Gionatha Spinesi è stato l’unico rossazzurro a mettere a segno una tripletta ( dicembre 2006 ). Negli ultimi due incontri al “Massimino”, il Catania ha vinto con lo stesso risultato ( 2-0 ) e con gli stessi marcatori (Mascara e Martinez).
In Catania-Sampdoria si è sempre segnato: le gare con più reti sono Catania-Sampdoria 1-5 del 1964 e Catania-Sampdoria 4-2 del 2006.

I precedenti nei dettagli

31a GIORNATA 15 mag 1955
Catania – Sampdoria 2-1 (9′ Cattaneo, 64′ Cattaneo, 67′ Ronzon)

11a GIORNATA 18 dic 1960
Catania – Sampdoria 3-0 (14′ Calvanese, 43′ Biagini, 47′ Morelli)

4a GIORNATA 13 set 1961
Catania – Sampdoria 2-0 (15′ Ferrigno, 54′ Ferrigno)

26a GIORNATA 17 mar 1963
Catania – Sampdoria 0-1 (65′ Brighenti)

22a GIORNATA 23 feb 1964
Catania – Sampdoria 1-5 (12′ Wisnieski, 42′ Salvi, 53′ Morini, 62′ Barison, 69′ Barison, 85′ Turra)

31a GIORNATA 16 mag 1965
Catania – Sampdoria 1-0 (21′ Rozzoni)

26a GIORNATA 27 mar 1966
Catania – Sampdoria 2-3 (17′ Facchin, 39′ Novelli, 42′ Cristin, 75′ Salvi, 79′ Magi)

19a GIORNATA 28 feb 1971
Catania – Sampdoria 1-3 (17′ Biondi, 29′ e 41′ Cristin, 84′ Fotia)

3a GIORNATA 25 set 1983
Catania – Sampdoria 1-1 (12′ Mancini, 75′ Pedrinho)

18a GIORNATA 23 dic 2006
Catania – Sampdoria 4-2 (6’, 46’e 88’ Spinesi, 36′ Caserta, 22′ Palombo, 40′ Franceschini)

8a GIORNATA 28 ott 2007
Catania – Sampdoria 2-0 (2′ Mascara, 42′ Martìnez)

32a GIORNATA 19 apr 2009
Catania – Sampdoria 2-0 (39′ Mascara rig., 48′ Martinez)

Amichevoli agosto: Bastia Umbra-Catania 0-6

gianluca_atzoriL’ultima amichevole dei rossazzurri a Bastia Umbra, contro la squadra locale, finisce 6-0 in favore del Catania.
Il 4-2-3-1 di Gianluca Atzori vede il ritorno di Alvarez sulla fascia difensiva di destra, il debutto di Adrian Ricchiuti sistemato tra i “suggeritori” Llama e Catellani il cui riferimento è Gianvito Plasmati, in posizione più avanzata.
A difendere la porta etnea torna Kosicky dietro la linea difensiva completata da Silvestre, Augustyn e Capuano. Poco più avanti Carboni e Moretti ad assestare la mediana.
Partita in discesa per il Catania, vista la differenza di categoria, che segna tre reti per tempo.
Doppietta di Plasmati e rete di Silvestre nella prima frazione.
Nella ripresa i cambi:
Izco per Carboni, Martinez per Catellani, Antenucci per Ricchiuti, Mascara per Llama, Morimoto per Plasmati.
Sono i nuovi entrati Martinez, Antenucci e Morimoto che portano sul 6-0 conclusivo i rossazzurri.
Il gruppo si prepara per essere a Massannunziata lunedì prossimo, atteso dai sostenitori.

Niente Catania per Ronaldinho

Ronaldinho salterà la sfida contro il Catania a causa di un risentimento muscolare.
Nella lista degli indisponibili anche Inzaghi, vittima dell’influenza, e Seedorf (risentimento muscolare).
Completano il quadro degli assenti: Bonera, Nesta, Ambrosini, Pirlo e Borriello.
Saranno invece convocati Kaka’, Gattuso e Pato (quest’ultimo in ballottaggio  con Shevchenko).
Ancelotti ha convocato anche tre giovani della Primavera.
Anche il Milan, dunque, in emergenza come il Catania che non può contare su alcuni uomini importanti.
Probabile formazione (4-3-1-2): Abbiati; Zambrotta, Kaladze, Maldini, Jankulovski; Gattuso, Emerson, Flamini; Kaka’; Pato, Shevchenko.

Con Zenga
squalificato, che vedrà l’incontro dalla tribuna, Pino Irrera, allenatore in seconda dei rossazzurri, ha convocato i seguenti 20 giocatori:

Portieri:
Bizzarri, Kosicky.
Difensori:
Alvarez, Sabato, Sardo, Silvestri, Stovini, Terlizzi.
Centrocampisti:
Baiocco, Biagianti, Carboni, Izco, Ledesma, Tedesco.
Attaccanti:
Antenucci, Martinez, Mascara, Morimoto, Paolucci, Plasmati.

Quote scommesse variate
In seguito alle assenze citate sopra, alcune delle agenzie scommesse hanno modificato le quote. Citiamo la Snai che ha cambiato così:

Segno 1: 1,30
Segno X: 4,60
Segno 2: 9,00

Milan-Catania: i precedenti a S.Siro (video 2007)


Video dell’ultimo incontro (30 settembre 2007)

Milan e Catania si sono affrontati per undici volte in serie A a S. Siro, a partire dal periodo in cui i rossoneri di Rizzoli erano allenati da Béla Guttman e avevano in campo gente come Gunnar Nordahl e Juan Alberto Schiaffino (42 reti in tandem in quel solo anno). Per non dimenticare l’altro Milan, quello di Nereo Rocco fino ad arrivare ai tempi di Ancelotti.
Otto le vittorie del Milan, tre i pareggi. 28 reti subite, 5 segnate, ultima delle quali da Martinez, nello scorso campionato.
La sconfitta più pesante risale alla stagione 1965/66: 6-1 con ben quattro reti di Sormani.
Ma c’è anche da dire che con la nuova gestione Pulvirenti (e considerando anche le gare interne),il Catania è diventato la bestia nera dei diavoli bloccandoli per tre volte consecutive sull’1-1 e,lo scorso anno, eliminandoli storicamente dalla Coppa Italia.

I precedenti a S.Siro

27 febbraio 1955: Milan-Catania 2-0 (79′ Frignani, 82′ Nordahl)
25 settembre 1960: Milan-Catania 3-0 (8′ Altafini, 14′ Barison, 61′ Vernazza)
3 settembre 1961: Milan-Catania 3-0 (50′ Barison, 70′ Radice, 72′ C. Maldini)
6 gennaio 1963: Milan-Catania 0-0
23 ottobre 1963: Milan-Catania 3-1 (13′ Altafini, 48′ Prenna, 70′ Ferrario, 81′ Altafini)
13 settembre 1964: Milan-Catania 1-1 (1′ Lodetti, 90′ Facchin)
22 maggio 1966: Milan-Catania 6-1 (4′ Sormani, 7′ Trapattoni, 23′ Sormani, 53′ Sormani, 57′ aut. Maldini (CA), 67′ Sormani rig., 90′ Maddè)
3 gennaio 1971: Milan-Catania 4-0 (11′ Benetti, 12′, 20′, 41′ Prati)
2 ottobre 1983: Milan-Catania 2-1 (39′ Evani, 78′ Pedrinho, 79′ Evani)
20 dicembre 2006 Milan-Catania 3-0 (4′ Kakà, 82′ Gilardino, 87′ Kakà)
30 Settembre 2007 Milan-Catania 1-1 (26′ Martinez, 47′ Kakà rig.)

Morimoto e Mascara: eccoci!

Takayuki Morimoto,tripletta in amichevole

Takayuki Morimoto,tripletta in amichevole

Spettacolo a Massanunziata, ieri pomeriggio, nel corso dell’amichevole contro la formazione Primavera rinforzata da Polito, Colucci, Millesi, Edusei, Dica e Spinesi.
Finisce 8-1 con doppietta di un Mascara sempre più esuberante e con le reti di Plasmati, Antenucci, Biagianti e ben tre goals di Morimoto.
Anche Dica realizza la sua rete apparendo più motivato rispetto a qualche settimana fa.

Nella prima frazione di gioco, l’undici titolare è formato da:
Bizzarri, Sardo, Terlizzi, Sabato, Llama, Baiocco, Carboni, Izco, Mascara, Paolucci, Plasmati.
Un 4-3-1-2 che vede Llama a suo agio e in perfetta condizione muoversi sulla fascia sinistra.

Nella seconda frazione, Zenga mantiene lo stesso modulo cambiando gli uomini:
Kosicky, Alvarez, Silvestre, Stovini, Silvestri, Ledesma, Baiocco, Tedesco, Biagianti, Morimoto, Antenucci.
Oggi e domani altre sedute di allenamento, come sempre nel week end, a porte chiuse.
Contro la Sampdoria mancherà Jorge Martinez e tutto lascia intendere che il reparto avanzato sarà formato da Mascara, Paolucci e Plasmati.
Ma niente può essere dato per scontato visti i progressi di Morimoto in avanti e Llama pronto a spingere sulla corsia sinistra come fece prestigiosamente contro la Juve a Torino.
Insomma, il grande Walter avrà di che imbarazzarsi nella scelta dell’undici anti-Samp ma con una certezza: i suoi ragazzi sono tutti pronti a dare il massimo e offrire bel gioco.

Christian Terlizzi, ex blucerchiato, dichiara:
“La Samp trascinata da Cassano è in crescita ma a preoccuparmi è Delvecchio, ottimo negli inserimenti. Sarà una partita dura ma noi dobbiamo smaliziarci ed essere più coraggiosi, abbiamo 21 punti e questo può spronarci per fare un bel risultato su un campo difficile come quello di Marassi”.

Claudio Bellucci, ex compagno e un po’ allievo di Zenga negli anni ’90:
“Walter è indimenticabile, è un mostro sacro del calcio italiano. Ricordo quando ero un ragazzino e ho avuto la fortuna di giocare con lui: si arrabbiava sempre perchè in partitella tiravo forte, una volta l`ho anche preso e gli ho fatto male. Ma quando un attaccante vede la porta cosa vuoi che faccia? Lo ricordo con affetto, per me è stato un gran consigliere e da allenatore ha avuto il coraggio di iniziare ad allenare in realtà con minor tradizione. Sta raccogliendo i frutti del suo lavoro, riabbracciarlo sarà per me un piacere”.