Archivi tag: maxi lopez catania udinese

Roma di misura sul baby Catania in nove

Mihajlovic proiettato verso Catania-Udinese

ROMA (4-2-3-1): Doni; Motta (37’st Cicinho), Mexes, Burdisso, Riise; Pizarro, De Rossi; Perrotta, Taddei, Menez (1’st Cerci); Okaka.
A disp.: Lobont, Juan, Esposito, Pit, Brighi.  All.: Ranieri .

CATANIA (4-3-3): Campagnolo; Potenza, Bellusci, Terlizzi, Augustyn; Capuano (9’st Alvarez), Moretti (21’st Delvecchio), Ledesma; Izco, Plasmati (10’st Nicastro), Morimoto.
A disp.:  Kosicky, Spolli, Ricchiuti, Biagianti . All.: Mihajlovic.

Arbitro: Pierpaoli di Firenze.

Marcatore: 73′ De Rossi.

Ammoniti: Pizarro, Bellusci, Augustyn, De Rossi.
Espulsi: 58′ Bellusci (doppia ammonizione) 72′ Augustyn (fallo da ultimo uomo)
Angoli: 7-1 per la Roma

Finisce con una sconfitta di misura all’Olimpico di Roma, l’avventura del Catania in Coppa Italia.
Ma è una fine che segna un ottimo inizio. Già, perchè della nuova corazzata Sinisa ci sono solo 10/11 contro una Roma che invece può vantare i suoi 7 titolari fissi.
Giocare un quarto di finale in trasferta, con la baby version del gruppo e in nove uomini, portando a casa solo un gol subìto è un risultato da apprezzare seppur non porti punti, premi o qualificazione.
Parte bene il Catania, schierandosi in una sorta di 4-1-4-1 che chiude spazi e idee ai giallorossi. Squadra intelligentemente messa in campo da Mihajlovic per bloccare le propulsioni avversarie e ripartire in contropiede ma in realtà è la Roma ad avere infinite occasioni per passare in vantaggio. Tutte sprecate e tutte vanificate dall’ottima difesa e da un Campagnolo in versione acchiappatutto.
Alcuni parlano di fortuna del Catania, altri di sfiga della Roma, in realtà si è visto bene in campo come siano andate le cose: rimpalli quasi sempre  favorevoli nelle prime occasioni e grande istinto del portiere rossazzurro. In più, i giallorossi sono stati letteralmente incapaci di finalizzare.
Insomma, Roma in affanno fino al 73′ quando il Catania resta in nove uomini (rosso per  Bellucci e Augustyn) e il solito De Rossi, detto “Capitan Buzzurro” insacca la palla che vale la qualificazione alle semifinali esultando come se avesse segnato la rete della vita.
Ottima la prestazione di Terlizzi, sempre pronto a lottare e salvare il risultato, buona prova di Potenza, Moretti e Ledesma. Al debutto il primavera Nicastro con una prestazione tutto sommato degna di una competizione del genere.
Solite “maronate” di Bellusci che sembra gradire molto i cartellini rossi, Augustyn si sacrifica ostacolando fallosamente Okaka ormai solo davanti a Campagnolo.
Izco e Capuano fanno quello che possono ma scendono di tono nella ripresa così come Morimoto che è quasi sempre in zona copertura e Alvarez che rileva Capuano .
Plasmati dimentica che siamo in pieno inverno e scende in campo coi sandali da spiaggia.
In buona sostanza è stato un ottimo allenamento per le riserve rossazzurre.

Per certi versi anche Mihajlovic si è scrollato un peso di dosso pensando alla vera partita: quella contro l’Udinese di domenica prossima.
Lo dichiara anche ai microfoni di Rai Sport: “Sapevamo che loro avrebbero fatto la partita. Abbiamo avuto pochi problemi fino a quando eravamo in undici. Quando c’è stata la prima espulsione ho sperato che facessero gol, perchè non volevo giocare un’altra mezzora, non volevo prolungare l’agonia. I giocatori hanno giocato bene, pensavamo più alla partita di domenica, anche se non siamo venuti qui per perdere. Loro sono stati bravi e hanno vinto meritatamente. Fra tre settimane però sarà un’altra storia”.

Infine un pensiero a Maxi Lopez: “Il transfer di Maxi Lopez è in arrivo- dichiara Mihajlovic- lui si sta allenando e per domenica sarà pronto. Non so se lo schiererò dall’inizio o lo farò partire dalla panchina”.

Annunci