Archivi tag: Serie A

Fantacalcio 2010/11: i consigli per la 19ª giornata

Approfittando dell’assenza dell’anticipo, arrivo comodamente per fornirvi qualche indicazione sulla giornata in programma domani.
Ricordo che c’è un forte dubbio sulla presenza del portiere Boruc (Fiorentina) e il secondo, Avramov, è indisponibile. Quale migliore occasione per acquistare a 1 fantacredito Seculin?
Anche il Milan è decimato a centrocampo e l’acquisto di Strasser (3 fantamilioni) può rivelarsi utilissimo anche perchè lo stesso giocatore ha risolto la gara esterna col Cagliari giovedì.
Trasferimento di Glik dal Palermo al Bari, altra occasione. Macheda arriva alla Samp e il suo fantacartellino è per adesso a 17-18 milioni.
Stagione finita per Quagliarella che quindi potrete cedere puntando su altri grossi nomi.
Bene, è il momento di partire coi consigli.

Sampdoria-Roma
C’è qualche dubbio per Pazzini, meglio provare il nuovo acquisto Macheda e il sicuro Ziegler.
Simplicio e Vucinic dovrebbero rivelarsi ottime scelte.

Bari-Bologna
Come si comporterà il neo acquisto Glik? Io lo inserirei. Dentro anche Kutuzov.
Dall’altra parte opterei per Ekdal e Britos.

Catania-Inter
E’ in forte crescendo Llama: da schierare con Gomez.Ma occhio anche a Bellusci.
Stankovic e Zanetti per i nerazzurri.

Cesena-Genoa
Jimenez sembra inarrestabile, insistiamo su di lui e schieriamo anche Bogdani che dovrebbe tornare al gol.
Kaladze e Rossi su tutti ma se dovesse entrare Sculli sarebbe un’ottima scommessa.

Chievo-Palermo
Sardo parte titolare ed è uno che punge. Insieme a lui Constant.
Bovo e Ilicic i nomi per i rosanero.

Fiorentina-Brescia
Santana in grande momento: dentro con il rientrato  Gilardino.
Nel Brescia può portare ottimi bonus Lanzafame. Con lui dentro anche Cordova.

Lazio-Lecce
Non sarà una gara facile cme si pensa ma Zarate e Biava sembrano i più idonei ad assaltare il Lecce.
Tra i salentini ok a Fabiano e Jeda.

Milan-Udinese
Torna Ibrahimovic assetato di marcatura. Scommetterei anche su Seedorf.
Armero e Sanchez sono i nomi che scelgo tra i friulani.

Parma-Cagliari
Fortissimamente Crespo e Giovinco anche se mi ispira molto Valiani.
Matri e Conti i più pericolosi tra i sardi.

Napoli-Juventus
Gargano e Hamsik per pungere la Juve. A meno che Cavani non trovi le sue solite giocate vincenti.
Krasic deve rifarsi della figuraccia contro il Parma: schieriamolo con Pepe.

I portieri:

Mirante (Parma), Boruc/Seculin (Fiorentina), Muslera (Lazio).

Buon Fantacalcio e sereno week end a tutti.

Louis Le Maccarron

Annunci

Calciomercato: il Catania su Raphael Martinho

Strappato dall’ AD Pietro Lo Monaco alla concorrenza  composta da fortissimi club sudamericani. Astro nascente del calcio carioca, veloce e raffinato, Raphael Martinho Alves de Lima, centrocampista 22enne brasiliano del Paulista, approderà sicuramente al Catania.
Manca solo l’ufficializzazione della società di via Ferrante Aporti,  ma  in Brasile  la notizia è ormai nota da oltre una settimana.
Per esempio, su Meupaulista, si può leggere la versione originale dell’articolo datato 7 maggio che oggi è stato pubblicato in tutto il web, anche se in versione meno dettagliata sotto l’aspetto tecnico del giocatore.

Fantacalcio: i consigli per la 32ª giornata

Marechiaro Hamsik ad ogni costo

Salve a tutti gli amici (e amiche) fantallenatori!
Eccoci al nuovo appuntamento con le nostre fantasquadre. Turno anticipato per via della Pasqua, chissà che sorprese ci riserveranno i risultati della 32a giornata.
Molti squalificati tra i più utilizzati al Fantacalcio, molti assenti ma anche qualche gradito ritorno per la gioia di molti di voi (e anche mia).
Come sempre, consiglio solo due giocatori per squadra, cercando di inserire un po’ di gente in tutti i ruoli per non creare indecisioni. Questo significa che, se non leggerete nomi come Milito, Cassano,  Mascara, Miccoli, Lavezzi, eccetera, non è perchè non li consiglio ma più semplicemente perchè sarebbero fin troppo scontati.
Ringrazio i tanti amici che in e mail mi hanno chiesto se avessi un profilo su Facebook ma a me basta e avanza questo spazio, non mi piace fare la “primadonna” o passare per quelli che tentano di rubare il pane altrui.
Le uniche cifre che mi interessano sono quelle del Fantacalcio, non certo il numero di amicizie sul famoso social network.
E quindi, vamosssssss!!!

Atalanta-Siena
Mi sembra una gara da molti gol, per questo azzardo Amoruso e Valdes per l’Atalanta, Maccarone e Reginaldo per il Siena.

Bari-Roma
Bonucci va messo per i bonus, Barreto come rigorista. Totti e Taddei nei giallorossi.

Cagliari-Milan
Cossu e Lazzari nei sardi, Borriello e Thiago Silva nei rossoneri.

Catania-Palermo
Maxi Lopez e Martinez per i rossazzurri. Kjaer e Liverani nei rosa.

Chievo-Sampdoria
Due difensori, Sardo e Yepes, per i clivensi. Pazzini e Zauri nei blucerchiati.

Genoa-Livorno
Suazo e Rossi nei genoani. Non mi fido del Livorno: dentro Lucarelli e A.Filippini.

Inter-Bologna
Può essere la partita di Pandev: insieme a lui Stankovic. Attenzione al risveglio di Di Vaio, da mettere con Lanna.

Lazio-Napoli
Match indecifrabile. Proverei Dias e Zarate nei biancocelesti. Hamsik e Grava negli azzurri.

Parma-Fiorentina
Jimenez e Bojinov nei ducali. I viola obbligati a vincere: Vargas-Gilardino il tandem ideale.

Udinese-Juventus
Per i friulani ci proveranno Di Natale e Inler. La Juve deve muoversi, dipende molto da Del Piero e Camoranesi.

I portieri:

Imbarazzante dover scegliere, è come la scorsa settimana: valutare i meno peggio.
Andujar (Catania), Storari (Sampdoria), Consigli (Atalanta).

Spero che anche per questo week end i miei consigli siano di buon auspicio.
A voi tutti sinceri auguri di una serena Pasqua.

Louis Le Maccarron

“El Tanque” Mariano Pavone al Catania?Diventa un giallo.

Hugo Mariano Pavone: per un nuovo Catania!

Quando sembrava che il Catania avesse concluso ogni operazione di calciomercato, ecco arrivare all’ultimo istante il supercolpo che fa della società rossazzurra la migliore nel mercato di riparazione.
Hugo Mariano Pavone detto “El Tanque” (classe ’82), infatti, è stato acquistato in extremis con contratto triennale.
La società etnea è riuscita a chiudere la lunga trattativa per portare ai piedi dell’Etna l’attaccante argentino proveniente dal Betis Siviglia.
Pavone va così ad aggiungersi all’altro grande colpo di mercato, il connazionale Maxi Lopez.
Il modo migliore per porre fine ai vari screzi fra tifosi e società, un colpo magistrale dell’amato e odiato Lo Monaco che ha dimostrato, tenendo nascosta la trattativa e dandola per ormai perduta, di essere un volpone.
Il presidente Pulvirenti: “Con Maxi Lopez e Pavone abbiamo perfezionato due operazioni mirate e funzionali al nostro progetto. Si tratta di elementi di grande valore che potranno dare un contributo importante nell’immediato, ma che rappresentano anche un investimento preciso per il futuro. Pavone lo abbiamo voluto fortemente e siamo felici che sia dei nostri. Un segnale alla tifoseria? Nessun segnale, noi lavoriamo per il bene del Catania e nient’altro”.

Dopo il pareggio con l’Udinese ci si prepara per affrontare la Lazio all’Olimpico, domenica prossima.
La classifica ci vede ancora terzultimi con 20 punti ma sempre vicinissimi alle altre quattro sopra di noi. Domenica hanno perso solo Atalanta e Siena che rimangono in fondo alla lista. L’Atalanta sarà il primo avversario-diretto che ospiteremo al “Massimino”.
Adesso, con Lopez e col “carrarmato” Pavone ci sono davvero i presupposti per risalire velocemente la china.

Aggiornamento

Il transfer per Pavone, dalla Spagna,  sembra essere arrivato in ritardo e il regolamento federale non approva.  Lo Monaco ha cercato di sbloccare il problema contattando  i procuratori della Lega Calcio.
Secondo alcune fonti attendibili,  la firma sul contratto è stata spedita in anticipo per chiudere l’operazione entro le ore 19 e quindi in tempo per la riuscita dell’operazione.
Sembra dunque che l’affare sia saltato ma la società non si arrende.

Zenga esonerato, arriva Delio Rossi

Coach Z: niente da fare!

Coach Z: niente da fare!

La decisione di Zamparini, presidente del Palermo, è perentoria: oggi niente allenamenti.
Verrà ufficializzato nel pomeriggio l’esonero di Walter Zenga, dopo la brutta prestazione della squadra nel derby contro il Catania.
Sulla panchina dei rosanero siederà Delio Rossi. Daniele Arrigoni, che i rumours davano come probabile alternativa, non è stato nemmeno contattato dal presidente del Palermo.
Sfuma così il sogno-scudetto dell’Uomo Ragno che “aveva mentalizzato i suoi a vincere il campionato”.
Avevamo fatto i nostri auguri a Zenga quando lasciò Catania: probabilmente non hanno funzionato.

Catania: Ricchiuti e Martinez regalano la prima vittoria

CATANIA (4-3-2-1): Campagnolo; Potenza, Augustyn, Silvestre, Marchese; Izco, Carboni, Llama (63′ Biagianti); Ricchiuti (77′ Pesce); Mascara (57′ Morimoto); Martinez. All. Atzori
CAGLIARI (4-3-1-2): Marchetti; Marzoratti (89′ Barone); Astori, Canini, Agostini; Dessena, Conti, Lazzari; Cossu (68′ Biondini); Jeda, Matri (89′ Nenè). All. Allegri

MARCATORI: 37′ Ricchiuti; 45′ Dessena, 87′ Martinez

Davanti a poco più di 11.000 spettatori, il Catania afferra la sua prima vittoria in campionato. Lo fa a spese di un Cagliari apparso alquanto innocuo rispetto al gioco espresso nelle gare precedenti in trasferta.
Mister Atzori deve fare a meno di Spolli, Sciacca, Capuano e Bellusci (oltre ai soliti noti infortunati). In difesa parte titolare Marchese che, alla fine, si dimostrerà una validissima alternativa sulla fascia. Anche Augustyn gioca dal primo minuto, ma la sua è una gara a dir poco indecente.
Nel reparto avanzato, a sorpresa, Martinez gioca da punta unica con alle spalle i suggeritori Ricchiuti e Mascara. Anche per Topolinik pessima partita, tanto che verrà sostituito al 57′ da Morimoto, lasciato in panchina per la stanchezza del viaggio di ritorno dalla gara con laa sua Nazionale: la mossa di Atzori si rivelerà decisiva.
E’ proprio il “Taka” ad innescare le azioni più significative dei rossazzurri e a servire la palla del 2-1 finale a Martinez che, non facendosi pregare, insacca di testa all’87’ regalando la prima vittoria di questo campionato.
Già, proprio Martinez che sembrava essersi messo in ombra nel corso della gara. Tanto che molti fischiavano Atzori per non aver fatto uscire l’uruguagio in favore di Plasmati.
Ma riavvolgiamo la “bobina”. Non è stata sicuramente una “gran bella partita” (come avrebbe detto Tonino Carino da Ascoli), ma fra le due squadre in campo l’ha spuntata il Catania che ha insistito fino all’ultimo trasformando la gara da una noiosa nenia in ritmo tambureggiante (questo solo verso la fine).
Già nei primi minuti si era capito che gli etnei volevano condurre il gioco e il grande cuore esibito lo si può confermare in Carboni, grande e invincibile guerriero della mediana.
A rendersi pericoloso è però il Cagliari, al 16′, con Matri: il suo destro da posizione diagonalmente opposta alla porta di Campagnolo, va a spegnersi a un soffio dal palo.
Alla prima vera occasione, i rossazzurri passano: impeccabile schema su calcio piazzato e Ricchiuti (servito da Mascara) che fulmina Marchetti.
Sul finire del primo tempo, Daniele Conti lancia lungo per Dessena che si esibisce in una straordinaria rovesciata che sorprende Campagnolo. E’ il goal del pareggio, applaudito sportivamente dal pubblico rossazzurro.
Nella ripresa si inizia stancamente, con le due squadre che si temono, soprattutto dopo un rigore non concesso al Catania per atterramento di Mascara da parte di Canini.
Atzori decide di giocare la sua carta e l’ingresso di Morimoto dona armonia al reparto avanzato.
Già due volte Martinez era andato vicino al vantaggio, così come Marchese e Silvestre, per poi cogliere la traversa al 61′.
Quando, a dieci minuti dalla fine, il pubblico fischia sconfortato per una vittoria che non arriva, Morimoto s’invola in area cagliaritana e crossa per Martinez che stavolta non perdona. E’ il 2-1!
I cinque minuti di recupero concessi dal sig. Damato non bastano a un Cagliari svogliato che tenta comunque di riacciuffare il pari.
E per l’ennesima volta il risultato di Catania-Cagliari si conferma il 2-1.
Sabato prossimo si può andare a Milano, contro l’Inter, finalmente con la mente serena.

Le video interviste a Pulvirenti e Atzori dopo la Dahlia Cup

Le video-interviste di Catanista.com al tecnico Gianluca Atzori e al presidente Antonino Pulvirenti dopo il trofeo Dahlia Cup.
Gli eventuali arrivi di Adrian Ricchiuti e Gonzalo Bergessio sono ben visti dall’allenatore degli etnei.
Per Pulvirenti buono il Catania ma bisogna dare poco peso a questo trofeo che “fa parte del calcio d’agosto e che lascia il tempo che trova”.
Dirigenza soddisfatta dell’avvio rossazzurro ma convinta che si potrà fare molto di più, soprattutto in attesa dei nuovi acquisti e del rientro di pedine importanti come Barrientos e Ledesma.