Archivi del mese: febbraio 2014

Genoa-Catania: precedenti e news. Dirige Irrati

Dodicesima sfida in terra ligure, nel massimo campionato, tra Genoa e Catania, domenica 2 marzo allo stadio “Luigi Ferraris”.
Negli undici precedenti in casa rossoblu:
6 vittorie del Genoa, 3 pareggi, 2 vittorie dei rossazzurri.
17 i goal messi a segno dai liguri, 6 quelli realizzati dagli etnei.

I dettagli degli undici precedenti

17 ott 1954 Genoa-Catania 0-0
03 mar 1963 Genoa-Catania 4-1 (2′ Pantaleoni, 15′ Prenna, 28′ Baveni, 30′ e 40′ Pantaleoni)
22 set 1963 Genoa-Catania 0-2 (vinta a tavolino per invasione di campo al 76′)
14 feb 1965 Genoa-Catania 1-1 (18′ Cappellini, 20′ Calvanese)
11 dic 1983 Genoa-Catania 3-0 (6′ aut. Bilardi, 47′ e 65′ Braschi,rig.)
02 feb 2008 Genoa-Catania 2-1 (14′ Sacramento , 59′ aut.Bovo, 61′ Borriello rig.)
25 gen 2009 Genoa-Catania 1-1 (67′ Martinez, 73′ Milito)
10 gen 2010 Genoa-Catania 2-0 (36′ Mesto, 71′ Sculli)
24 ott 2010 Genoa-Catania 1-0 (68′ M. Rossi)
21 set 2011 Genoa-Catania 3-0 (29′ e 34′ Palacio, 79′ Constant)
20 gen 2012 Genoa-Catania 0-2 (4′ Bergessio, 86′ Barrientos)

Le news dal sito ufficiale

Un’attenta ed accurata analisi dei temi tattici, in sala video, ha preceduto la seduta d’allenamento mattutina svolta oggi dal Catania, a Torre del Grifo. In campo, “torello” di riscaldamento e sfida in famiglia: ritmi elevati e slancio notevole, emerge già massima concentrazione in vista della cruciale sfida al Genoa. Leto si è allenato nuovamente con i compagni, differenziato per Almiron, Barrientos e Frison. Sabato alle 10.00 rifinitura, a seguire convocazioni, pranzo e partenza per Genova.

Mariano Andujar, mercoledì scorso in sala stampa:
“A Verona atteggiamento sbagliato, non deve più capitare”
(clicca qui per sentire la conferenza stampa)

Dirige Irrati

Sarà il signor Massimiliano Irrati di Pistoia a dirigere Genoa-Catania, match valido per per la 26ª giornata del Campionato di Serie A 2013/2014.
Assistenti di linea: Giacomo Paganessi (Bergamo) e Gianmattia Tasso (La Spezia).
Quarto ufficiale: Walter Giachero di Pinerolo.
Arbitri addizionali: Gianpaolo Calvarese (Teramo) e Daniele Chiffi (Padova).

Annunci

Chievo-Catania 2-0: tabellino, video e pagelle

thereau

Al “Bentegodi” i rossazzurri iniziano bene e per tutto il primo tempo vanno vicinissimi al goal, ma contro Agazzi, che sembra in giornata miracolosa, c’è poco da fare.
Bergonzi, che la malasorte ha voluto assegnarci, in un modo o nell’altro quasi sempre, ci mette del suo quando segnala all’arbitro Orsato il fallo di mano di Alvarez (a norma di regolamento punibile ma in queste occasioni quasi mai concesso).
Segna Thereau dal dischetto (nella foto Sportmediaset), risorgendo da un lungo digiuno. I rossazzurri reagiscono ma la prima frazione di gara si chiude a favore del Chievo.
La ripresa vede gli etnei meno determinati, quasi svogliati, finchè arriva il raddoppio di Rigoni che azzecca un terno al lotto tentando di crossare verso i compagni in area e indovinando fortuitamente il sette alle spalle di Andujar.
Bergessio divora tutto quello che c’è da divorare, qualche sbavatura in difesa, poco raccordo in mediana e il Catania si perde completamente. Inutili gli innesti di Plasil, Keko e soprattutto Boateng. Alla fine la spuntano i clivensi ma bisogna essere onesti nell’ammettere che la sconfitta ce la siamo cercata.
Prossima tappa Genova, sponda rossoblu, sperando ancora visto che nessun calcolo matematico ci condanna e che le nostre concorrenti (Livorno, Bologna e Sassuolo) hanno ottenuto solo sconfitte.

Il tabellino del match

Marcatori: 37′ rig. Thereau, 68′ Rigoni

CHIEVO (4-3-1-2) – Agazzi, Frey, Dainelli, Cesar, Dramè, Guana (27′ st Bernardini), Rigoni (33′ st Radovanovic), Guarente, Hetemaj, Thereau (8′ st Stoian ), Paloschi.
A disp.: Puggioni, Squizzi, Bernardini, Canini, Lazarevic, Bentivoglio, Obinna, Sardo, Pellissier, Rubin. All: Corini.
CATANIA (4-3-3) – Andujar, Peruzzi, Spolli, Bellusci, Alvarez, Izco, Lodi, Rinaudo (18′ st Plasil), Keko (15′ st Fedato), Castro (25′ st Boateng) , Bergessio.
A disp.: Frison, Ficara, Rolin, Legrottaglie, Monzon, Gyomber, Petkovic, Capuano, Biraghi. All: Maran.
Ammoniti: Rinaudo, Frey, Guana, Bergessio, Rigoni, Cesar Lodi e Alvarez.
Espulso: Sardo dalla panchina
Arbitro: Daniele Orsato di Schio

L’articolo di Francesco Carci, il video, le pagelle su Repubblica.it
“Chievo-Catania 2-0, i clivensi escono dal tunnel”
Dopo nove partite, i veneti tornano alla vittoria grazie a un convincente 2-0 contro la diretta concorrente siciliana. Un gol per tempo, Thereau su calcio di rigore e Rigoni fanno sorridere Corini.
(continua a leggere)

Chievo-Catania: precedenti e convocati. Dirige Orsato

chievocatania29sett2013

Legrottaglie ed Estigarribia nel match di andata (Foto:M.Lagana)

Settima sfida a Verona

Sono finora sei i precedenti in serie A tra Chievo e Catania, in terra veronese.
Questo il bilancio: tre vittorie e tre pareggi.
Nove reti segnate dai gialloblu, sei quelle segnate dai rossazzurri.
Nel match di andata giocato al “Massimino”, lo scorso 29 settembre, il Catania si impose per 2-0  con goal di Plasil e Castro.

Questi i dettagli:

13 gen 2007 Chievo-Catania 2-1 (40′ Stovini, 58’ Semioli, 64’ rig. Pellissier)

15 feb 2009 Chievo-Catania 1-1 ( 12′ rig. Ledesma rig. , 92′ Colucci)

21 mar 2010 Chievo-Catania 1-1 (64′ Pellissier, 74′ rig. Maxi Lopez)

29 ago 2010 Chievo-Catania 2-1 (14′ Moscardelli, 22′ Ricchiuti, 82′ rig. Pellissier)

07 apr 2012 Chievo-Catania 3-2 (6′ Bradley, 20′ rig. Pellissier, 32′ aut. Andreolli, 50′ Paloschi, 85′ Almiron)

14 apr 2013 Chievo-Catania 0-0

23 convocati da Maran

Rolando Maran ha diramato i convocati per la sfida di domenica: sono 23 i rossazzurri che andranno a Verona. Nella lista è presente Frison, mancano invece Almiron, Leto e Barrientos. Per il “Pitu” problema muscolare meno grave di quanto sembrasse.
Molto probabile la conferma della formazione di domenica scorsa, con l’inserimento di Keko nel reparto avanzato.

Portieri: 21 Andujar, 35 Ficara, 1 Frison.
Difensori: 22 Alvarez, 14 Bellusci, 34 Biraghi, 33 Capuano, 24 Gyomber, 6 Legrottaglie, 18 Monzon, 2 Peruzzi, 5 Rolin, 3 Spolli.
Centrocampisti: 19 Castro, 13 Izco, 10 Lodi, 8 Plasil, 15 Rinaudo.
Attaccanti: 9 Bergessio, 23 Boateng, 7 Fedato, 26 Keko, 32 Petkovic.

Sarà il signor Daniele Orsato di Schio a dirigere Chievo-Catania, valida per la 25ª giornata del Campionato Serie A 2013/2014, in programma domenica 23 febbraio alle ore 15.00.
Assistenti di linea: Nicola Andrea Nicoletti (Macerata) e Fabio Pietro Galloni (Lodi).
Quarto ufficiale: Andrea Padovan di Conegliano.
Arbitri Addizionali: Mauro Bergonzi (Genova) e Maurizio Mariani (Aprilia).

Chievo-Catania, vendita tagliandi Settore Ospiti

serie_A_13-14Il Calcio Catania S.p.A. rende noto che i biglietti validi per l’accesso al Settore Ospiti dello stadio “Marcantonio Bentegodi” in occasione della gara Chievo-Catania, in programma domenica 23 febbraio alle 15.00 e valida per la venticinquesima giornata del Campionato Serie A Tim 2013/14, saranno in vendita fino alle ore 19.00 di sabato 22 febbraio, ai sensi della normativa vigente. I tagliandi del Settore Ospiti, riservati ai possessori di Tessera del Tifoso in originale, saranno disponibili al prezzo di € 21 (ridotto al prezzo di € 13 per Over 60, Under 26 e Donne) on line su: http://www.boxol.it e http://www.ticketone.it, nelle agenzie del gruppo Banco Popolare nell’elenco pdf (clicca qui) ed al bigoncio 7 dello stadio “Bentegodi” sabato 22 febbraio   (dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 19.00). Per l’acquisto dei tagliandi validi per l’accesso al Settore Ospiti è necessario esibire anche un documento valido con foto (carta d’identità, patente o passaporto). Per l’accesso al Settore Ospiti occorrerà esibire il biglietto, la Tessera del Tifoso ed un valido documento d’identità.

Peruzzi convocato da Sabella nella Nazionale Argentina con Andujar

Peruzzi_naz

Alejandro Sabella, ct dell’Argentina, ha diramato la lista dei convocati dell’Argentina per la sfida contro la Romania in amichevole del 5 marzo, prima del Mondiale.
La sorpresa è Gino Peruzzi del Catania, fuori nomi importanti come Pastore e Lamela. Presenti molti ‘italiani’, da Higuain a Alvarez  passando per Palacio. Ecco la lista integrale:

Messi, Lionel – Barcelona

Mascherano, Javier – Barcelona

Sosa, José – Atlético de Madrid

Di María, Ángel – Real Madrid

Fernández, Augusto – Celta de Vigo

López, Lisandro – Getafe

Campagnaro, Hugo – Inter

Alvarez, Ricardo – Inter

Palacio, Rodrigo – Inter

Higuaín, Gonzalo – Napoli

Fernández, Federico – Napoli

Andújar, Mariano – Catania

Peruzzi, Gino – Catania

Biglia, Lucas – Lazio

Agüero, Sergio – Manchester City

Zabaleta, Pablo – Manchester City

Lavezzi, Ezequiel – París Saint Germain

Romero, Sergio – Mónaco

Garay, Ezequiel – Benfica

Rojo, Marcos – Sporting

Basanta, José – Monterrey

Otamendi, Nicolás – Atlético Mineiro

(gianlucadimarzio.com)

Rolando Maran: “Siamo pronti per l’impresa”

maran5001

Rolando Maran è tornato a far sorridere il Catania e i tifosi rossazzurri. Il tecnico degli etnei si toglie qualche sassolino dalla scarpa ed esterna tutta la sua carica positiva a Sky Sport:
-“Abbiamo vinto contro una grande squadra e devo dare merito ai ragazzi. E’ la nostra reazione nei confronti di chi, fino a cinque giornate fa, ci dava per spacciati. Nella salvezza ci credevo prima e ci credo ancora.  Le nostre ultime prestazioni erano state di qualità, dopo questa vittoria riparte il nostro campionato: noi ci giochiamo le nostre carte per fare l’impresa che ci aspetta. La strada è quella giusta, ci godiamo la classifica dopo questo quarto risultato utile consecutivo. Questo fa capire come sta lavorando questa squadra e come si sta applicando”-.

Il tecnico Edy Reja ha riconosciuto la supremazia rossazzurra:
-“Il ritorno di Rolando Maran ha ridato stimoli e sicurezza al gruppo, il Catania meritava di vincere anche a Parma”-.

Sotto il sole cocente, tre lampi rossazzurri: Catania-Lazio 3-1

curvanordvulcanici

Al “Massimino” il bel tempo non è stato soltanto meteorologico: gli spettatori presenti sentivano già un’atmosfera positiva che abbracciava i colori rossazzurri dopo le ultime prestazioni.
Tre punti servivano, tre punti sono arrivati. E ciò che più rende bella questa domenica è come siano arrivati.
Maran ha disegnato a puntino il Catania anti-Lazio, rendendo la difesa quasi un muro invalicabile. Non solo questo. Il match è stato giocato per tutti i 93′ con grinta e determinazione, senza la solita paura che sembrava tagliare le gambe ai ragazzi nella parte finale. Quello di oggi è stato indubbiamente un gran finale, giocato e combattutto fino all’ultimo secondo cercando addirittura il poker.
La pennellata di Izco su cross di Castro, già al 1′, ha lasciato intendere che il Catania di oggi è sceso in campo per riscattare quelle sventure che lo avevano relegato in fondo alla classifica. Il pareggio di Mauri, giunto nel minuto di recupero del prio tempo, ha smorzato gli entusiasmi nelle tribune. Molti temevano il peggio, ma invece…
La ripresa ha visto ancora i rossazzurri protagonisti sia in fase offensiva, sia in fase di copertura. Il goal di Spolli è arrivato subito: punizione di Lodi e colpo di testa del difensore argentino, e il Catania ha continuato a giocarsela. Così anche Peruzzi ha potuto apporre la firma nel tabellino dei marcatori chiudendo una intelligente triangolazione con Keko.
Vista la caratura dell’avversario, la vittoria (che poteva anche essere più sostanziosa) vale almeno il doppio. Con lo stesso entusiasmo, nel prossimo turno, si dovrà affrontare il Chievo.

La classifica del “gruppo salvezza”
Delle altre concorrenti in lotta per la permanenza in serie A, solo il Livorno è riuscito a fare bottino pieno a Cagliari inguaiando così anche i sardi.
Il Bologna è stato battuto nell’anticipo dal Milan, il Chievo è stato battuto dalla Juventus e il Sassuolo dal Napoli.
Cambià così la classifica: Cagliari 24, Bologna 21, Livorno 20, Catania 19, Chievo 18, Sassuolo 17.

Izco segna il primo goal (LaPresse)

Izco segna il primo goal (LaPresse)

Il tabellino del match (3-1)

Marcatori: 1′ Izco, 45′ Mauri, 48′ Spolli, 58′ Peruzzi.

Catania (4-3-3): Andujar; Peruzzi, Bellusci, Spolli, Alvarez; Izco, Lodi (83′ Plasil), Rinaudo; Barrientos (16′ Keko), Bergessio, Castro (78′ Rolin).
A disp.: Ficara, Legrottaglie, Gyomber, Biraghi, Capuano, Monzon, Boateng, Fedato, Petkovic. All. Maran.

Lazio (4-2-3-1): Berisha; Konko, Biava (71′ Perea), Dias, Radu; Ledesma, Biglia (46′ Gonzalez); Candreva, Mauri (72′ Keita), Lulic; Klose.
A disp.: Marchetti, Strakosha, Ciani, Cavanda, Cana, Novaretti, Felipe Anderson, Onazi, Kakuta. All.: Reja.

Ammoniti: Lulic, Biglia, Keko, Konko, Radu, Bergessio.

Arbitro: Paolo Silvio Mazzoleni di Bergamo
Assistenti di linea:  De Luca (Pescara) e  Petrella (Termoli).
Quarto ufficiale:  Di Liberatore di Teramo
Arbitri addizionali:  Russo (Nola) e  Pinzani (Empoli).