Archivi del mese: febbraio 2013

Biagianti: “Crediamo nell’Europa. Fora i cucchi!”. Torre del Grifo: oltre 1000 spettatori

Catania-Inter: sfida per l’Europa

marco_biagiantiMarco Biagianti si è presentato in sala stampa a Torre del Grifo, prima del consueto allenamento.
Alcune dichiarazioni del centrocampista rossazzurro:
“Ogni anno in campionato siamo migliorati. Quella contro l’Inter è una partita molto importante che ci dà l’ opportunità di scavalcarla in classifica. Se tornassi indietro a pensare alle salvezze raggiunte negli ultimi minuti direi che stiamo vivendo una grande emozione. L’Inter? Stanno attraversando un momento un po’ così ma loro hanno giocatori come Guarin e Cassano che fanno la differenza”.

Fora i cucchi
” Non ci sentiamo appagati, siamo convinti di quello che stiamo facendo, ne è convinto tutto il gruppo. Restano ancora molte partite da giocare e noi crediamo nell’Europa. Quest’anno c’è convinzione e possiamo arrivare molto in alto. Domenica ci sarà lo stadio pieno? La cosa ci gasa ulteriormente: questa squadra merita un grande pubblico. Come si dice qui a Catania “fora i cucchi!”.

Allenamento a porte aperte: oltre mille spettatori

Gli spalti del campo di gioco di Torre del Grifo erano oggi stracolmi: circa 1200 persone sono andate ad assistere all’allenamento dei rossazzurri.
Nella partitella contro la formazione Primavera, il tecnico Maran ha schierato, nel primo tempo:
Andujar, Alvarez, Spolli, Rolin, Marchese, Biagianti, Lodi, Izco, Gomez, Castro, Bergessio.
Reti di Castro e Gomez (spettacolare goal di testa del Papu).
Ottime le prestazioni di Lodi e Castro, apparsi in forma smagliante. Alvarez e Spolli garanzie di sicurezza per la difesa. Solito grande Izco ricco di spirito di sacrificio.
Formazione secondo tempo:
Frison, Potenza, Legrottaglie, Augustyn, Capuano, Almiron, Salifu, Ricchiuti, Keko, Doukara, Çani.
Reti di Augustyn e Doukara.
Notevoli progressi di Augustyn, ottimo approccio di Çani che mette in mostra le sue doti da punta pura.

Prevendita tagliandi: verso il tutto esaurito

Prosegue a ritmo forsennato la vendita dei tagliandi per il match di domenica. Con la giornata di oggi sono stati superati gli ottomila biglietti venduti. Inizia la caccia ai biglietti per le curve, ormai quasi introvabili e si prevede che già domani verranno esauriti anche quelli per la tribuna B.

Catania-Inter affidata all’arbitro Bergonzi

bergonziSarà il sig. Mauro Bergonzi, della sezione di Genova, a dirigere Catania-Inter, gara valevole per l’ottava giornata di ritorno del campionato di Serie A, in programma domenica 3 marzo allo stadio “Angelo Massimino”.
Assistenti di linea: Gianluca Vuoto di Livorno e Alessandro Costanzo di Orvieto.
Quarto uomo: Giulio Dobosz della sezione Roma 2
Arbitri addizionali: Marco Guida di Torre Annunziata e Dino Tommasi di Bassano del Grappa.

Catania-Inter: precedenti e news. 7.030 tagliandi venduti

Cambiasso insegue il lanciatissimo "Papu" Gomez (Foto M.Lagana)

Cambiasso insegue il lanciatissimo “Papu” Gomez (Foto M.Lagana)

Domenica  3 marzo, alle ore 15, si giocherà la 16ª sfida tra Catania e Inter in casa rossazzurra.
Sarà molto diverso dagli anni precedenti poichè questo match si può definire, in tutti i sensi, uno spareggio per un posto in Europa.
Nei 15 precedenti si contano 5 vittorie del Catania, 8 dell’ Inter, solo 2 pareggi.
Le reti segnate dai rossazzurri sono 16, quelle dei nerazzurri 22.
Nel match di andata finì 2-0 per i nerazzurri, con le reti di Cassano e Palacio, ma la gara fu viziata da un rigore non concesso dall’arbitro Russo per un fallo di Guarin su Gomez.

I dettagli dei 15 precedenti

1954/55 Catania–Inter 1-1 (10′ aut. Boniardi, 42′ Manenti)
1960/61 Catania–Inter 2-0 (25′ Castellazzi, 70′ Calvanese)
1961/62 Catania–Inter 0-2 (4′ Hitchens, 78′ Corso)
1962/63 Catania–Inter 1-0 (63′ Milan)
1963/64 Catania–Inter 1-2 (20′ Facchetti, 65′ Ciccolo, 89′ Fanello)
1964/65 Catania–Inter 2-3 (12′ Suarez, 18′ Mazzola, 46′ Calvanese, 77′ Facchin, 79′ Facchetti)
1965/66 Catania–Inter 1-0 (19′ Facchin)
1970/81 Catania–Inter 0-1 (84′ aut. Bernardis)
1983/84 Catania–Inter 0-0
2006/07 Catania-Inter*2-5 (45′ Samuel, 49′ Solari, 56′ Grosso, 65′ Spinesi, 67′ Ibrahimovic, 74′ Corona, 78′ Cruz)
2007/08 Catania-Inter 0-2 (66′ Cambiasso, 69′ Suazo)
2008/09 Catania-Inter 0-2 (5’ Stankovic, 71’ Ibrahimovic)
2009/10 Catania-Inter 3-1 ((54′ Milito, 74′ Maxi Lopez, 81′ rig. Mascara , 90′ Martinez)
2010/11 Catania-Inter 1-2 (71′ Gomez, 74′ e 79′ Cambiasso)
2011/12 Catania-Inter 2-1 (5′ Cambiasso; 47′ Almiron, 50′ rig. Lodi)

* campo neutro di Cesena

Qui casa Catania

La squadra rossazzurra occupa la sesta posizione in condominio con la Fiorentina, a 42 punti.
Il tecnico Rolando Maran non potrà disporre degli squalificati Legrottaglie e Bellusci e degli infortunati Barrientos e Almiron.
Nella difesa saranno dunque impiegati Rolin e Alvarez che si aggregheranno a Spolli e Marchese. Rientra anche Biagianti che dovrebbe collocarsi in mediana con Izco e Lodi.
Nel reparto avanzato verrà riconfermato Castro, insieme a Gomez e Bergessio, ma non è escluso l’impiego di Keko.
Inoltre, ampie possibilità di calcare il terreno del “Massimino” per Edgar Çani, il cui tesseramento è stato completato.

Qui casa Inter

I nerazzurri si ritrovano in quinta posizione, con 44 punti, reduci dal pareggio insperato nel derby contro il Milan.
Anche per Stramaccioni squadra in emergenza per le assenze di Ranocchia (squalificato) e degli infortunati Nagatomo, Milito, Silvestre e il lungodegente Samuel.
Spazio dunque a Juan Jesus e Chivu che andranno ad aggiungersi a “nonno” Zanetti mentre sull’altra fascia dovrebbe giocare Alvaro Pereira (in ballottaggio con Jonathan).
Cambiasso, Kuzmanovic e Gargano andranno a completare la mediana.
Il tecnico interista potrà contare, in avanti, solo su Cassano e Palacio, considerando che Carew è stato “bocciato” dopo le visite mediche.

Prevendita tagliandi verso il tutto esaurito

E’ di ieri la notizia apparsa sul sito ufficiale rossazzurro:
“Notevole “accelerazione” nell’ambito della prevendita dei tagliandi validi per assistere alla gara Catania-Inter, appuntamento tra i più importanti della storia, recente e non, della squadra dell’Elefante: al termine del sesto giorno di apertura delle ricevitorie autorizzate, sono 7030 i biglietti già acquistati”.

Le quote scommesse*

La Snai ha quotato la vittoria del Catania a 2,40, il pareggio a 3,30, la vittoria interista a 2,90.
L’OVER è dato a 1,85, l’UNDER a 1,80. Il GOAL viene quotato 1,63, il NO GOAL a 2,02.

*Quote soggette a variazioni

Iter completato per tesseramento Edgar Çani che segna in allenamento

edgarçani

Catania nuovamente al lavoro, in mattinata, a Torre del Grifo: nella prima fase della seduta piani di lavoro individualizzati in palestra, mirati allo sviluppo della forza, e sessione di accelerazioni in salita.
Successivamente, in campo, fase offensiva a squadre contrapposte ed esercitazioni difensive in inferiorità numerica. Infine, serie di partite a tema: a segno Bergessio, Çani, Doukara e Gomez.
L’iter del tesseramento di Edgar Çani è completo: l’attaccante è a tutti gli effetti a disposizione di mister Maran.
Domani alle 14.30, in sala stampa, Marco Biagianti risponderà alle domande dei giornalisti. Giovedì, alle 15.00, allenamento a porte aperte.

(ilcalciocatania.it)

Bergessio: “Contro l’Inter scontro diretto per l’Europa”. Oltre 4000 tagliandi venduti

bergessio_genoa

Le parole dell’attaccante argentino, rilasciate ieri in sala stampa e riportate dal sito ufficiale rossazzurro:
“Spero di tornare presto a segnare, gli attaccanti hanno bisogno di gol ma la cosa più importante è la vittoria del Catania. Differenze legate al 4-2-3-1, per me? Castro gioca più vicino alla prima punta e riusciamo a creare anche di più, in avanti. Contro l’Inter sarà uno scontro diretto per l’Europa, ci aspettiamo uno stadio pieno, che possa darci la spinta giusta: tutte le squadre fino all’ottavo posto sono in corsa per questo grande obiettivo.”

Più di 4000 biglietti venduti

Prosegue a buon ritmo la prevendita dei tagliandi validi per assistere alla gara Catania-Inter, appuntamento tra i più importanti della storia, recente e non, della squadra dell’Elefante: al termine del quinto giorno di apertura delle ricevitorie autorizzate, sono più di 4000 i biglietti già acquistati.

Catania in zona Europa? Se a Guidolin dà fastidio, Marino ci crede

Pasquale Marino, ex tecnico di Catania e Udinese

Pasquale Marino, ex tecnico di Catania e Udinese

Se il tecnico dell’Udinese, Francesco Guidolin, ha dichiarato e ribadito che “il Catania lì davanti gli porta fastidio e ha tanta voglia di riprenderlo”, sono diverse le parole di Pasquale Marino, ex tecnico rossazzurro e friulano che, in un’intervista esclusiva a Calcionews24, ha dichiarato:

-“Il Catania adesso può lottare per l’Europa League, la classifica dice questo e io non credo che la squadra si rilasserà perché è stata ottenuta la salvezza.”-

Qui l’articolo completo di Calcionews24

Intanto Maran prepara il gruppo per il match di domenica contro l’Inter, al “Massimino”, gara che può sancire le reali ambizioni della società etnea. Mentre la prevendita dei tagliandi si proietta verso il sold-out, la tifoseria prepara le coreografie per tingere di rossazzurro il fortino inespugnabile “Massimino”.

Lodi e Keko sfondano il Parma: Catania in volo

Punizione di Lodi: Mirante entra in porta con tutto il pallone

Punizione di Lodi: Mirante entra in porta con tutto il pallone

I rossazzurri sfoderano una delle migliori prestazioni stagionali e fanno un sol boccone dei ducali inanellando altri 3 punti che, aggiunti ai 39 già “in cassa”, li portano a 42.
Ed è da sottolineare che tutto sia successo anche senza tre giocatori importantissimi come Barrientos, Almiron e Biagianti.
Si decide tutto nel primo tempo, quando al 5′ Lodi batte una punizione dalla diagonale destra e Mirante si insacca con tutta la palla.
Il Catania domina e macina gioco, manda Bergessio in conclusione facile ma l’argentino divora l’impossibile.
Ci pensa Keko, alla sua prima presenza dal primo minuto, a infilare ancora la porta dei ducali da due passi, dopo un’azione corale.
Il 4-2-3-1 di Maran funziona alla perfezione e si vede dalle giocate di Marchese, di Spolli, dello stesso Keko, di Lodi, Castro e di uno stratosferico Legrottaglie.
Nella ripresa è il Parma a risvegliarsi e tentare l’assedio ma Andujar mette in mostra il suo miglior repertorio.
Maran prende le contromisure e inserisce subito Salifu per Keko, successivamente (dopo il goal di Amauri) cambia Gomez con Rolin: mosse che risulteranno ancora una volta azzeccatissime.
Vergognoso l’arbitraggio di Giacomelli che concede fin troppo ai parmensi in un match quasi simile a un incontro di boxe; lo stesso espelle Legrottaglie che si lamenta per un episodio interpretato sventuratamente dal direttore di gara.
Nonostante tutto, e in dieci uomini, i rossazzurri portano via l’intera posta e raggiungono il sesto posto in attesa delle altre gare che devono essere giocate.
La zona Europa League è ora vicinissima, lo è altrettanto la zona Champions ma quello è un discorso tra Juve, Napoli e Milan.
Prossima al “Massimino” contro l’Inter di Stramaccioni.

Il tabellino del match (1-2)

Marcatori: 5′ Lodi, 44′ Keko, 87′ Amauri

Parma (4-3-3): Mirante; Rosi, Coda (46′ Lucarelli), Paletta, Mesbah; Marchionni, Valdes (75′ Ninis), Parolo, Biabiany; Belfodil (25′ Palladino), Amauri.
A disp.: Pavarini, Bajza, Gobbi, Benalouane, Ampuero, Strasser, Morrone, Boniperti. All: Donadoni.

Catania (4-2-3-1): Andujar; Marchese, Spolli, Legrottaglie, Bellusci (50′ Alvarez); Lodi, Izco; Gomez (88′ Rolin), Castro, Keko (75′ Salifu); Bergessio.
A disp.: Frison, Terracciano, Potenza, Ricchiuti, Doukara. All: Maran.

Ammoniti: Bellusci, Paletta, Legrottaglie

Espulso: Legrottaglie

Arbitro: Piero Giacomelli di Trieste

Classifica aggiornata (da Wikipedia)

Classifica aggiornata (da Wikipedia)