Archivi del mese: marzo 2011

La presentazione del Derby di Sicilia 2010/11

Maxi Lopez, mattatore del 2-0 del 2010

Settima sfida al “Massimino” in serie A tra Catania e Palermo per quello che è il Derby di Sicilia per antonomasia.
In casa etnea i rossazzurri hanno totalizzato due vittorie, due pareggi, una sola sconfitta (in quell’infausto 2 febbraio 2007).
Entrambi i pareggi sono terminati a reti bianche e risalgono agli anni Sessanta.
Otto le reti segnate dal Catania, tre quelle del Palermo.
L’ultima sfida in casa etnea, risale ad esattamente un anno fa: era il 3 aprile 2010 e i rossazzurri si imposero per 2-0 con doppietta di Maxi Lopez.

Questi i dettagli:

1961/62 Catania–Palermo 0-0
1962/63 Catania–Palermo 0-0
2006/07 Catania-Palermo 1-2 (50’ Caracciolo,58’ Caserta, 81′ Di Michele)
2007/08 Catania-Palermo 3–1 (29′ Mascara, 41′ Spinesi rig., 63′ Caserta, 89′ Martìnez)
2008/09 Catania-Palermo 2-0 (69′ Martinez, 87′ Mascara rig.)
2009/10 Catania-Palermo 2-0 (14′ e 32′ Maxi Lopez)

Il Derby 2010/11 si presenta più interessante che mai per motivazioni diverse: al Catania serve risalire la china per allontanarsi dalla “zona rossa” della classifica, al Palermo serve la classica “scossa” dopo la serie negativa con conseguente cambio di tecnico.
Diego Simeone sente l’importanza del match e lo dichiara in conferenza stampa:
-“Non vedo l’ora che arrivi domenica, sarà una splendida giornata. I tre punti in palio contano più per noi che per loro. A otto giornate dalla fine del campionato, ogni gara può rivelarsi decisiva, ma è chiaro che la sfida con il Palermo è speciale”-.

“Massimino” al gran completo

Sono intanto andati esauriti tutti i tagliandi delle curve, ovvero oltre ottomila biglietti già venduti alla vigilia.
Saranno circa 400 (questa è la previsione) i tifosi rosanero a sostenere la loro squadra.

Fischia Morganti

Sarà il sig. Emidio Morganti, della sez. di Ascoli Piceno, a dirigere il match tra rossazzurri e rosanero.
Gli assistenti designati: Walter Giachero di Pinerolo e Fabio Comito di Torino; quarto uomo il sig. Domenico Celi di Bari.

Annunci

Catania-Palermo: prevendita tagliandi

E’ iniziata ieri, lunedì 28 marzo, alle ore 10, la vendita dei tagliandi validi per la gara di campionato Catania-Palermo, in programma domenica 3 aprile presso lo stadio Angelo Massimino di Catania.

Per la gara in questione verranno adottate le seguenti restrizioni:

1) Divieto di vendita dei tagliandi relativi ai settori Curve, Tribuna B, Tribuna A e Tribuna Elitè,  ai  nati e/o residenti nella provincia di Palermo.
2) Vendita dei tagliandi relativi al Settore Ospiti riservata ai tifosi palermitani in possesso di Tessera del Tifoso per un numero complessivo non superiore ai 600 spettatori.
3) Incedibilità del titolo.

Questi i prezzi dei tagliandi in vendita, come di consueto, presso tutte le Ricevitorie Lottomatica autorizzate:

Tribuna Elite € 100,00
Tribuna A € 55,00
Tribuna B € 30,00
Curve € 15,00
Settore Ospiti € 15,00

Sarà possibile inoltre acquistare i tagliandi per i diversamente abili (solo invalidità 100%) presso la ricevitoria Lottomatica di via Fava n°69, presentando la fotocopia del certificato di invalidità, la fotocopia del documento d’identità del disabile e dell’accompagnatore. Si ricorda inoltre che i tagliandi per gli accompagnatori saranno concessi solo ed esclusivamente se la necessità della presenza di questi ultimi è specificata nel certificato di invalidità.

CalcioCatania.it

Agorafobico Catania, vola l’Udinese dei record!

Ricchiuti, migliore in campo dei rossazzurri

C’era poco di che illudersi andando a sfidare, a domicilio, la squadra più in forma di questo scorcio di campionato. Chiamiamolo pure scorcio ma l’Udinese è una realtà da tempo; la sua serie di risultati positivi dura da ben 12 giornate e vanta (insieme all’Inter) l’attacco più prolifico della stagione: 56 reti. Non per niente è, dopo il Milan, il team con miglior differenza reti  (+26 contro il +29 dei rossoneri). Le altre cifre, come l’imbattibilità di Handanovic, ce le risparmiamo.
Numeri da capogiro che non possono passare inosservati e che fanno dedurre un’unico ragionamento: non era il match in cui potevamo pensare di strappare punti.
Anche se, a dire il vero, i rossazzurri hanno fatto vedere qualcosina nel primo tempo e le fonti di gioco dei friulani sembravano essere domate. Ma non è bastato. Il mal da trasferta si è ormai impossessato degli etnei da quel lontano 7 febbraio 2010 in cui Maxi Lopez mise k.o. la Lazio.
Esercitare poteri da menagramo non rientra nelle mie aspettative e chiudo l’argomento sperando che questa fobia di giocare lontano dal “Massimino” possa  guarire in tempi brevi.

Corsa salvezza: la Sampdoria cola a picco, le altre la seguono

L’unica squadra vincente, coinvolta nella lotta per non retrocedere, il Parma, ha realizzato un vero exploit in casa di una Sampdoria sempre più a pezzi. Nonostante la vittoria, però, i ducali rimangono lì, insieme al Catania, a 32 punti. Ma hanno molte più chances delle altre quattro più in basso (la stessa Samp, Cesena, Lecce, Brescia) escludendo lo sfortunato Bari.
Ci hanno pensato le prime della lista a liquidarle, anche se di misura, e tenerle ancora sotto di noi.
E in merito ai risultati di ieri, l’Inter si avvicina prepotentemente allo svogliato Milan che perde a Palermo. Il Napoli ringrazia “El Matador” Cavani per la doppietta al Cagliari e si porta a tre lunghezze dai rossoneri. Vince anche la Lazio sul Cesena ma il quarto posto, valevole per l’accesso alla Champion League, è fermamente in mano alla squadra di Guidolin.

Prossima tappa: derby di Sicilia

Dopo la pausa per l’impegno della Nazionale Italiana, si tornerà a giocare domenica 3 aprile.
Al “Massimino” ci sarà il pubblico delle grandi occasioni, tifosi rosanero compresi.
Diego Simeone dovrà rinunciare a buona parte del centrocampo (si aggiunge anche Llama, squalificato) ma potrà sperare di recuperare qualcuno dall’infermeria approfittando delle due settimane di preparazione al match.
Sarà la solita gara a sè stante poiché un derby è pur sempre un derby e tutto può andare oltre ogni logica al di là dei rispettivi valori tecnici, individuali ed economici.
Noi ci aspettiamo il solito Big Bang di primavera!

Roberto D.

Udinese-Catania 2-0: video sintesi da Rai Sport

La sintesi del match trasmessa a “90° minuto”, video gentilmente condiviso da MondoCataniaTV

Udinese (3-5-2): Handanovic; Domizzi, Zapata, Benatia; Armero, Asamoah, Inler, Isla, Pinzi; Sanchez, Di Natale (88′ Corradi).
A disp.: Belardi, Coda, Pasquale, Cuadrado, Abdi,  Denis. All. Guidolin.

Catania (4-3-1-2): Andujar; Marchese, Spolli, Silvestre, Augustyn; Lodi, Carboni, Schelotto (24′ Morimoto); Ricchiuti; Gomez (69′ Llama), Bergessio (63′ Lopez).
A disp.: Kosicky, Terlizzi, Pesce, Ledesma. All. Simeone.

Arbitro: Carmine Russo di Nola
Assistenti di linea: Giulio Dobosz di Roma e Matteo Passeri di Gubbio
Quarto ufficiale: Filippo Merchiori di Ferrara.

Marcatori: 22′ Inler, 74′ rig. Di Natale

Ammoniti: Gomez, Pinzi, Spolli, Llama.

Calci d’angolo: 4-4

Possesso palla: 51% Udinese; 49% Catania

Tiri in porta: 4-1 per l’Udinese

Udinese-Catania streaming e radiocronaca: Simeone cambia modulo

A pochissime ore dall’inizio del match tra friulani e siciliani, le due formazioni studiate dai rispettivi tecnici sembrano ormai certe.
Il “Cholo” rinuncerà a Maxi Lopez (diffidato) per non fargli saltare il derby contro il Palermo tra una settimana.
Unica punta, dunque, Bergessio che agirebbe con Ricchiuti alle spalle. Anche se c’è da aspettarsi qualche nuova mossa, magari con l’inversione delle parti o con l’inserimento di Morimoto come seconda punta: nulla è scontato con Diego Simeone che ha molta fiducia nei suoi ragazzi e tenterà di bloccare la temibile coppia Sanchez-Di Natale.

Queste le probabili formazioni:

Udinese (3-4-1-2): Handanovic; Domizzi, Zapata, Benatia; Armero, Asamoah, Inler, Isla; Pinzi; Sanchez, Di Natale.
A disp.: Belardi, Coda, Pasquale, Cuadrado, Abdi, Corradi, Denis. All. Guidolin.

Catania (5-3-1-1): Andujar; Marchese, Spolli, Augustyn, Silvestre, Schelotto; Gomez, Lodi, Ledesma; Ricchiuti; Bergessio.
A disp.: Kosicky, Terlizzi, Pesce, Carboni, Llama, Morimoto, Maxi Lopez. All. Simeone.

Arbitro: Carmine Russo di Nola
Assistenti di linea: Giulio Dobosz di Roma e Matteo Passeri di Gubbio
Quarto ufficiale: Filippo Merchiori di Ferrara.

Udinese-Catania streaming live
(lista dei canali disponibili)

Radiocronaca e webcronaca sito ufficiale Calcio Catania

Scommesse Snai 30ª giornata serie A

Le nostre due bollette con le partite della 30ma giornata di serie A giocate per voi.

Fantacalcio 2010/11: i consigli per la 30ª giornata

Il dream-team della 30a giornata

Carissimi amici fantamanager rieccoci puntuali come sempre al nostro consueto appuntamento coi consigli per le vostre formazioni.
Anche per questa 30ª giornata sono stati i migliori utenti di Fanta Serie A a scegliere i giocatori più adatti ai match del turno.
Ognuno di loro ha scelto: un portiere, un difensore, un centrcampista, un attaccante.
Il risultato potete vederlo nello schema qui a fianco con titolari e riserve.
Sconvolgente la percentuale di preferenze per Sanchez che supera abbondantemente il 70%!
In porta, stavolta, è Julio Cesar a prendere il posto di Abbiati mentre Buffon rimane il secondo più votato.
Nella linea difensiva spadroneggiano Maicon, Chiellini, Thiago Silva e Ranocchia con le riserve Benatia e Silvestre.
Di Natale conquista il 49% dei voti, Eto’o il 28%, Cavani il 21%.
Sono cifre approssimative poichè il concorso su FSA continuerà fino alle 17,30 ma in linea di massima tutto si può considerare definitivo.

A proposito del concorso, qui di seguito riporto i nomi dei vincitori della scorsa settimana che, con soli 4 giocatori, hanno raggiunto punteggi eccellenti (i voti, compresi bonus/malus, sono quelli ufficiali di FSA).

1-Marianna Insogna: Julio cesar-Maicon-Sanchez-Di Natale  TOTALE 40,5 punti
2-Antonio Battistoni: Abbiati-Ranocchia-Sanchez-Di Natale TOTALE 38 punti
3-Mark Cesari: Buffon-Ranocchia-Sanchez-Di Natale TOTALE 37,5 punti

E la sfida continua! Venite a raggiungerci e…in bocca al Fantalupo!

Luigi Maccarrone